×

Bambina Down morta in casa divorata dai topi: abbandonata dal padre

Condividi su Facebook

Una bambina Down di soli 4 anni è stata trovata morta e divorata dai topi in casa. Si ipotizza la morte per stenti.

L'omaggio della polizia alla piccola Willow

Una chiamata d’emergenza e i poliziotti scoprono una bambina di 4 anni morta sul letto, divorata dai topi. È la scena drammatica che ha per protagonista Willow. La piccola, affetta dalla sindrome di Down, viveva a Brisbane, in Australia, con la matrigna e il padre.

È stato lui a chiamare le autorità: ma l’uomo, 43 anni, avrebbe aspettato due giorni prima di farlo. Ora su di lui pende l’accusa di omicidio.

Morta in casa e divorata dai topi: il caso

Secondo i rilevi della polizia forense, la morte della piccola sarebbe avvenuta il 23 maggio scorso.

Eppure, è ancora aperta l’ipotesi di un decesso più lento, perché la bambina sembrava malnutrita. La madre biologica della bambina è morta tre anni fa per complicazioni dopo il parto. La storia ha sconvolto tutta la comunità di Brisbane, in Australia. Secondo le informazioni trapelate della stampa locale, la bambina è stata abbandonata dal padre ai topi, che l’hanno divorata: “La morte di ogni bambino è una tragedia – ha detto la ministra del Dipartimento di Sicurezza dei Bambini, Di Farmer -.

La morte di questa bambina ha avuto un profondo impatto sulla nostra comunità e le mie più sentite condoglianze vanno a coloro che la conoscevano e amavano” ha aggiunto.

Abbandonati in casa: se la solitudine è fatale

Purtroppo, non si tratta del primo caso di morte di stenti che coinvolge i più piccoli. Lo scorso anno ha colpito la comunità di Cape Coral, in Florida, la morte di un bimbo di 18 mesi costretto a una dieta crudista dai suoi genitori.

In quel caso, il piccolo è morto per stenti e inedia: l’autopsia sul suo corpicino ha rivelato una serie di complicazioni relative alla malnutrizione. Anche i fratellini di 3 e 5 anni venivano alimentati con la stessa dieta: la polizia li ha visti pallidi e malnutriti. In Italia, ha scosso la comunità di Ferrara la morte per stenti che ha coinvolto madre e figlio nel luglio scorso. Secondo le indagini, il figlio sarebbe stato colpito da un malore improvviso.


La madre, non autosufficiente, sarebbe poi morta di stenti.

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.