×

Green Pass a scuola: i presidi chiedono di escludere dai controlli il personale vaccinato

Il green pass è obbligatorio anche a scuola, per il personale scolastico. I presidi hanno fatto una richiesta sui controlli, per escludere i vaccinati

Scuola

Il green pass è obbligatorio anche a scuola, per il personale scolastico. I presidi hanno fatto una richiesta sui controlli, per escludere i vaccinati e rendere i controlli più veloci e più semplici da gestire. 

Green pass a scuola: le proteste dei presidi

Il Green pass è diventato obbligatorio anche a scuola. Sono obbligati ad esibirlo tutto il personale scolastico di qualsiasi grado, compresa l’Università, e anche gli studenti universitari. Una decisione presa dal governo che ha scatenato numerose polemiche. I presidi stessi non hanno apprezzato il fatto di essere loro i responsabili dei controlli che riguardano il Green pass. Ma il governo ha deciso che saranno proprio i dirigenti scolastici a dover effettuare tutti i controlli.

Si stanno facendo sentire, con richieste molto importanti, in primo luogo per tutelare loro stessi, ma anche tutte le persone che fanno parte del personale scolastico. 

Green pass a scuola: la richiesta dei presidi

Per rendere più veloce ed efficente la procedura di controllo green pass nelle scuole, Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, ha chiesto a gran voce di escludere i lavoratori già vaccinati da questi controlli. “Questo potrà agevolmente ottenersi  se il sistema sanitario comunicherà alle scuole le dovute informazioni.

Il ministero con una circolare può sgravare di inutili controlli le scuole e i tantissimi docenti e ata che sono in regola” ha dichiarato Antonello Giannelli. I presidi vogliono almeno escludere il personale che è già stato vaccinato dai controlli, in modo da rendere tutto più veloce e più semplice. 

Green pass a scuola: richieste 8 mila assunzioni

Per chi tra il personale scolastico non si vaccina non ci sono sanzioni: non può effettuare il proprio lavoro a contatto con i ragazzi, è una sospensione del rapporto di lavoro.

Per i presidi che omettono il controllo ci sono sanzioni, e questo è normale. Noi siamo d’accordo con il Green pass ma chiediamo strumenti per i presidi: serve una unità di personale di segreteria in più in ogni scuola e serve una banca dati per consentire di conoscere chi non è in possesso del Green pass. Va fatto subito, altrimenti non è possibile garantire il controllo” ha dichiarato Antonello Giannelli a Sky. “Servono risorse per assumere personale di segreteria pari a circa 8 mila unità; si deve passare dalle parole ai fatti, attendiamo risposte a breve” ha aggiunto. Come si risolverà la situazione?

Contents.media
Ultima ora