×

Iryna Vereshchuk, chi è la vicepremier che potrebbe sostituire Zelensky

Varie ipotesi portano a pensare che Iryna Vereshchuk potrebbe sostituire il presidente dell'Ucraina Zelensky.

Iryna Vereshchuk

Il nome di Iryna Vereshchuk tuona forte in Ucraina e molti pensano che possa sostituire Zelensky alla guida del Paese. La donna attualmente è la vicepremier dell’Ucraina e anche lei, insieme a molte donne, ha imbracciato l’artiglieria per difendere la sua Nazione.

Chi è Iryna Vereshchuk

Molto attiva su Instagram, i suoi post sono passati da video e foto in tenuta elegante a quelli con la divisa militare. La vicepremier sembra essere l’opposto di Zelensky. Il presidente dell’Ucraina ormai è diventato un simbolo di nazionalismo e coraggio. Un eroe che combatte per difendere la propria patria e che commuove il Parlamento inglese e le piazze di Firenze. Dall’altra parte, però, c’è chi non è per niente nazionalista, ossia Iryna Vereshchuk.

Iryna Vereshchuk e la sua stima nei confronti di Vladimir Putin

Il profilo della vicepremier potrebbe piacere molto a Putin e tra le ipotesi non si esclude che il leader russo possa fare pressione affinchè Vereshchuk sostituisca Zelensky. Vladimir Putin aveva dichiarato che la sua campagna militare in Ucraina era meramente difensiva e con l’intento di denazificare alcune zone. A tal proposito, delle parole pronunciate da Iryna Vereshchuk nei confronti di un patriota filo-nazista potrebbero aver fatto “innamorare” Putin.

Un altro indizio che lascia presagire un feeling politico ed ideologico tra Putin e Vereshchuk sono delle dichiarazioni fatte dalla vicepremier ucraina proprio sul leader russo. Come riporta Libero, Iryna Vereshchuk, nel 2013, disse: “Putin? Se avessimo un politico del genere lo voterei. Fa del bene alla Russia. Agisce nell’interesse del suo Paese. Che ogni presidente difenda il suo Paese in questo modo. È naturale”.

Con Iryna Vereshchuk l’Ucraina potrebbe diventare filo-russa

Oltre alle belle parole spese per Putin e agli attacchi contro i patrioti nazionalisti, Iryna Vereshchuk ha anche attaccato apertamente la Nato nel 2019. La vicepremier ucraina aveva detto: “Stiamo bussando ad una porta chiusa e perdendo la nostra reputazione. Non possiamo andare dove non ci vogliono“. Dunque, con Iryna Vereshchuk, Putin si sentirebbe più al sicuro dato che l’Ucraina assumerebbe una posizione neutrale a livello militare. Purtroppo per l’Occidente, però, la Nazione che ora è teatro di scontri potrebbe diventare sempre più filo-russa.

Contents.media
Ultima ora