×

Israele, terza dose vaccino Pfizer a over 60: “Effetti collaterali simili o inferiori alla seconda dose”

Israele ha iniziato a somministrare la terza dose di vaccino Pfizer alla popolazione over 60 e ha evidenziato gli effetti collaterali sinora emersi.

Covid

Nello Stato di Israele, è già iniziata la somministrazione della terza dose di vaccino Pfizer sintetizzato contro il coronavirus alla popolazione locale. In questo contesto, stanno emergendo gli effetti collaterali che il siero sviluppato da Pfizer/BioNTech ha sui cittadini.

Israele, terza dose vaccino Pfizer agli over 60: la campagna vaccinale

La somministrazione della terza dose di vaccino Pfizer è ufficialmente cominciata a Israele da circa due settimane. L’inoculazione di una terza dose di siero è stata riservata dallo Stato alla popolazione over 60, considerata maggiormente a rischio rispetto alla possibilità di contrarre una forma grave di SARS-CoV-2.

A distanza di circa 14 giorni, intanto, le autorità competenti stanno iniziando a far trapelare alcune informazioni circa i sintomi avvertiti dai cittadini che si stanno sottoponendo alla ricezione del farmaco per la terza volta.

In relazione ai dati sinora raccolti, infatti, pare che la terza dose di vaccino anti-Covid effettuata con Pfizer provochi effetti collaterali considerati “simili o minori” rispetto alla seconda inoculata.

Israele, terza dose vaccino Pfizer: l’indagine condotta da Clalit

Gli effetti osservati dalle autorità sanitarie israeliane sono stati diffusi a livello internazionale da Bloomberg, rinomata agenzia di stampa internazionale con sede a New York. I dati riportati da Bloomberg sono stati forniti da Clalit, noto per essere il più importante fornitore di servizi sanitari dello Stato di Israele.

Secondo quanto dichiarato da Israele, inoltre, nel corso delle ultime due settimane, sono già state distribuite circa 240 mila terze dosi. L’indagine relativa agli effetti collaterali della nuova iniezione, invece, è stata condotta su 4.500 cittadini che si sono sottoposti alla procedura tra la giornata di venerdì 30 luglio e la giornata di domenica 1° agosto.

Israele, terza dose vaccino Pfizer: effetti simili o inferiori alla seconda dose

Per quanto riguarda le persone che hanno partecipato alla survey, l’88% dei soggetti coinvolti ha riferito di essersi sentito meglio o allo stesso modo di come si è sentito nei giorni successivi alla seconda dose.

Il 31% dei partecipanti ha ammesso di aver avvertito alcuni effetti collaterali tra i quali predomina il senso di indolenzimento del braccio di iniezione. Lo 0,4% dei cittadini, poi, ha dichiarato di aver avvertito difficoltà respiratorie mentre l’1% si è sottoposto a cure mediche per contrastare uno o più effetti collaterali.

L’indagine è stata commentata dal chief innovation officer di Clalit, Ran Balicer, che ha spiegato: “Anche se questi risultati sono riportati dalle stesse persone che hanno ricevuto il vaccino, è emerso che nella maggior parte dei casi gli effetti collaterali sono simili o inferiori con il richiamo”.

Contents.media
Ultima ora