×

David Duchovny presta la sua piscina ad un nuotatore paralimpico

Condividi su Facebook

David Duchovny ha prestato la sua piscina privata al nuotatore paralimpico Rudy Garcia-Tolson durante il lockdown.

David Duchovny
David Duchovny

David Duchovny ha prestato la sua piscina privata ad un nuotatore paralimpico per permettergli di allenarsi durante il periodo del Covid-19 e del lockdown. La pandemia ha costretto diversi atleti a cercare modi alternativi per continuare ad allenarsi, mentre tutte le strutture erano chiuse a causa del lockdown.

La star di Californication è rimasto colpito dalla richiesta del nuotatore e ha deciso di farlo allenare nella piscina di casa sua. Rudy Garcia-Tolson, a cui sono state amputate entrambe le gambe sotto il ginocchio, ha potuto in questo modo continuare ad allenarsi con costanza.

Visualizza questo post su Instagram

Back in full training mode thanks to Mr David Read part 3 of @nytimes link in Bio 📸 : @chrismatography #TeamRGT #NoLegsNoLimits #TeamCAF #TeamOssur #Tokyo2020ne #Tokyo2021 #paralympics #swimming #swim #swimlife

Un post condiviso da Rudy Garcia-Tolson (@rudygarciatolson) in data: 13 Ago 2020 alle ore 10:05 PDT

David Duchovny presta la piscina

Rudy Garcia-Tolson, famoso nuotatore paralimpico, in un articolo per il New York Times ha rivelato che l’attore David Duchovny gli ha permesso di usare la piscina di casa sua per continuare ad allenarsi. Il nuotatore ha spiegato che all’inizio di luglio, Duchovny lo ha contattato su Instagram, dopo aver letto un articolo in cui l’atleta spiegava quanto fosse stato difficile riuscire a trovare luoghi in cui allenarsi.

Il messaggio era di una donna che lavorava con l’attore, che gli ha dato il suo numero di telefono per contattarlo. “Quando l’ho fatto, mi ha detto che aveva una piscina di 25 metri, una corsia nel suo cortile. Potevo usarla ogni volta che volevo. Aveva solo bisogno di dare lui un po’ di preavviso” ha spiegato Garcia-Tolson.

Grazie a Duchovny, il nuotatore, nato con la sindrome dello pterigio popliteo, ha potuto continuare ad allenarsi.

Ha usato la piscina dell’attore per 12 volte, a volte trascorrendo anche del tempo a chiacchierare con l’attore. Garcia-Tolson ha spiegato che prima dell’offerta di David Duchovny, era stato bloccato a nuotare e fare surf nell’oceano per allenarsi e la maggior parte delle piscine vicino alla sua abitazione erano chiuse. L’atleta sta cercando di entrare nella squadra paralimpica degli Stati Uniti. Grazie alla concessione della piscina, può allenarsi con maggiore concentrazione.

Ho molta più esperienza. Arriverà. È un processo. Tra due settimane supererò l’allenamento fino a cinque o sei volte a settimana” ha spiegato il nuotatore.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.