×

Time Trap: cast e recensione del nuovo film sci-fi su Netflix

Condividi su Facebook

Arriva in streaming su Netflix il film di fantascienza Time Trap, un avventuroso viaggio all'interno di una misteriosa grotta

In streaming su Netflix Time Trap, il nuovo film di fantascienza diretto dal duo Ben Foster e Mark Dennis in cui si uniscono speleologia, avventura e viaggi nel tempo, un’opera degna dei migliori film di fantascienza.

La trama di Time Trap

Hopper (Andrew Wilson), un professore di archeologia, si avventura dentro una misteriosa grotta ricca di tunnel alla ricerca di alcune persone scomparse molti anni prima, ma il professore non fa ritorno.

Così Jackie (Brianne Howey) e Taylor (Reiley McClendon), due giovani studenti e assistenti di Hopper, decidono di organizzare una spedizione per riportarlo a casa sano e salvo con l’aiuto di altri tre amici.

I cinque giunti dentro alla grotta scopriranno che qualcosa di molto strano sta accadendo lì dentro: il tempo sembra non seguire le regole di quello esterno.

Il cast di Time Trap

Il professore di archeologia Hooper è interpretato da Andrew Wilson, che abbiamo potuto vedere in ruoli minori in importanti film hollywoodiani come Zoolender (Ben Stiller, 2001), Idiocracy (Mike Judje, 2006) e alcuni film di Wes Anerson come I Tenenbaum (2001) e Rushmore (1998).

Il resto del cast è abbastanza giovane e sconosciuto.

Brianne Howey ha partecipato all’horror di successo Viral (Henry Joost e Ariel Schulman, 2016), mentre Reiley McClendon ha lavorato per alcuni prodotti targati Disney destinati alla televisione per recitare anche nel war movie Pearl Harbor (2001) diretto da Michael Bay.

Infine Cassidy Gifford ha lavorato per la televisione in alcune serie per poi apparire nel teen horror di successo del 2015 The Gallows – l’esecuzione (con i registi Travis Cluff e Chris Lofing).

Il film è scritto e diretto dal duo Ben Foster e Mark Dennis, qui alla loro seconda prova da registi dopo l’esordio nel 2011 con il thriller drammatico Strings (2012), inedito in Italia e capace di vincere molti premi nei vari festival americani.

La recensione di Time Trap

Gli appassionati di fantascienza sanno benissimo quanto possa essere difficile rendere semplice e allo stesso tempo credibile la tematica del viaggio nel tempo.

Gli sceneggiatori spesso sacrificano la semplicità per addentrarsi in trame complesse piene di cliché che spesso confondono il pubblico portandolo alla sospensione dell’incredulità (come per esempio il nuovo film di Christhoper Nolan, Tenet o la serie tedesca Dark). Con Time Trap accade esattamente il contrario.

Mark Dennis scrive una sceneggiatura semplice, dovuta anche al risicato budget, che illustra perfettamente ciò che accade al tempo all’interno della caverna senza gettarsi in ragionamenti cervellotici, molto più vicini alla scienza che alla narrazione fantastica.

In più bisogna dargli il merito di aver costruito una storia ed un intreccio che riescono a conservare una propria originalità soprattutto se visto da un pubblico giovane.

Non è un caso che i registi vogliano ricreare le atmosfere e le situazioni tipiche del film avventuroso per ragazzi degli anni ’80 citando, anche per bocca degli attori, il celebre I Goonies, cult del 1985 diretto da Richard Donner, da cui quest’opera sembra trarre totale ispirazione.

In conclusione ci troviamo davanti ad un prodotto di genere ben confezionato con una solida sceneggiatura che accelererà sempre di più verso un terzo atto che farà saltare lo spettatore sulla sedia per la quantità di colpi di scena. Un film consigliato a tutto gli abbonati Netflix, soprattutto se giovani amanti del cinema.

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Alessio Balbi

Appassionato di cinema sin da quando la sorella gli fece scoprire il folle e straordinario mondo di Quentin Tarantino. Di lì in poi la passione cresce sempre di più sino a fargli frequentare e concludere con successo la laurea triennale in DAMS nell'ateneo di Bologna. Appassionato di cinema e divoratore di serie TV di qualsiasi genere e nazionalità, con una predilezione nei confronti del Western, soprattutto italiano, e dell'horror.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.