×

Lo snowboard è pericoloso o no?

default featured image 3 1200x900 768x576

Lo snowboard è uno sport nato negli Stati Uniti, e che ha iniziato, negli ultimi anni, a prendere popolarità anche in Italia.

Lo snowboard è uno sport che viene praticato utilizzando una tavola, costituita da legno multistrato e provvista di lamine e soletti sintetiche.

Viene, generalmente, praticato da soggetti molto giovani, di età compresa tra i 25 e i 30 anni.

Questo sport viene indicato come molto pericoloso. Infatti, rispetto allo sci, sono quasi il doppio gli incidenti che avvengono praticando snowboard. Viene evidenziato però che, per chi lo pratica con assiduità, gli infortuni gravi avvengo, in media, ogni 4 anni.

I motivi principali della maggior difficoltà sono: la giovane età dei praticanti, il basso livello di esperienza e l’acrobaticità dello sport.

Il primo motivo è facilmente comprensibile, infatti, i praticanti più giovani tendono a sottovalutare i pericoli della disciplina. Questa loro giovane età, porta a far si che il loro livello di esperienza sia relativamente basso. Questi due motivi sono legati alle statistiche, che vedono persone molto giovani praticare la disciplina. Quindi, se viene praticata da una persona più esperta i rischi sono minori.

Il terzo motivo, ovvero l’acrobaticità dello sport, è imprescindibile in quanto lo snowboard è uno sport fortemente acrobatico.

A differenza dello sci, praticare salti in questa disciplina è molto comune. Quindi eliminare questo fattore vorrebbe dire snaturare lo sport.

Gli infortuni nello snowboard riguardano, principalmente, gli arti superiori; con a volte traumi alla testa; e infortuni agli arti inferiori che riguardano la caviglia. Quasi il 30% di snowboarder riportano fratture, queste riguardano, nella maggioranza dei casi, il polso.

Queste maggioranza di infortuni agli arti superiori non è casuale. Infatti, il fatto che i piedi siano agganciati alla tavola e non possano essere sganciati, porta ad avere un equilibro precario. Questo porta, in caso di caduta, ad aver solo l’aiuto delle mani, e quindi a possibili fratture agli arti superiori. Conviene quindi utilizzare le protezioni giuste per limitare le fratture.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora