×

Lorenzo Palmeri presenta il suo nuovo album e la collaborazione con il Meme Gallery di Milano

"Voglio trasferire un’identità multicolore, sia con la musica sia con il design: il mio album rappresenta il vortice di sensazioni che abita in noi", spiega.

Lorenzo Palmeri nuovo album

Arte sapiente e raffinata si unisce a una profonda passione per la musica. Due mestieri che si intersecano con forza e armonia nella carriera di Lorenzo Palmeri, il quale ha presentato nell’intervista esclusiva il suo nuovo album, “Quattro. Crediti cosmici dance floor”, e la sua mostra, “Quattro”, dal 9 settembre al 9 ottobre al Meme Gallery di Milano.

L’esposizione di nove foulard dedicati ai nove brani che compongono il nuovo album, realizzati in edizione unica per Meme Gallery e prodotti nel distretto del Made in Italy della seta a Como, si inserisce nel programma del Fuorisalone 2021.

Lorenzo Palmeri racconta il nuovo album, “Quattro. Crediti cosmici dance floor”

Un progetto ricco, intenso e curato con attenzione. Sperimentazione energica, spettacolare e comunicativa, ma anche coinvolgente e interessante: parlando del nuovo album, Lorenzo Palmeri spiega che “nasce in poco tempo, ma il lockdown mi ha permesso di ritornare su quanto scritto, che d’un tratto mi è apparso vecchio.

Ho rimesso mano alle mie canzoni con un’energia potente, modificando brani già composti e realizzandone di nuovi”.

”Nel mio disco convivono mondi diversi. “Quattro” in tantissime tradizioni è simbolo della nostra vita sulla terra. Da tale considerazione, nell’album possono essere individuati molti riferimenti alle traversie quotidiane, ai fenomeni che attraversiamo ogni giorno”, ha aggiunto Lorenzo Palmeri.

Individuando il fil rouge insito nel suo ultimo album, ha commentato: “Non c’è qualcosa che connetta queste canzoni, ma voglio rappresentare una certa visione.

Mi è sempre piaciuto trasferire un’identità multicolore. Non voglio un album che resti tutto sulla stessa linea: in un solo disco voglio esprimere sentimenti ed emozioni completamente diverse. Mi sembra il modo più onesto per rappresentare il vortice di sensazioni che abbiamo in noi.

Lorenzo Palmeri nuovo album

Lorenzo Palmeri, il nuovo album e la mostra al Fuorisalone 2021: l’unione tra musica e design

“Quattro”, la mostra di Lorenzo Palmeri esposta al Meme Gallery della città meneghina, è un connubio perfetto di musica e design, le due professioni (e passioni) dell’artista. “Ci sono stati momenti in cui le due si sono sposate perfettamente. Per esempio, quando ho disegnato degli strumenti musicali o ho realizzato delle pareti sonore con il marmo.

Ma a me interessa una categoria che credo abiti sopra le diverse discipline: il progetto. È la progettualità il tema unificante.

La collaborazione con Meme Gallery, come spiegato dall’artista, “nasce proprio da un’idea della galleria, che mi ha proposto di disegnare dei foulard”. Un accessorio elegantissimo e antico, “ora un po’ fuori dal tempo”. La proposta “mi ha affascinato molto”. Quindi, “ho deciso di collegare ogni disegno a una mia canzone dell’album. C’è un legame emotivo tra la canzone e il disegno”.

Lorenzo Palmeri, dal nuovo album ai prossimi progetti

Lorenzo Palmeri è un progettista multidisciplinare, architetto e musicista, si occupa di progettazione, attivo nei campi del design, architettura, art direction, insegnamento, composizione e produzione musicale. Tra i suoi maestri Bruno Munari e Isao Hosoe, con cui ha collaborato per diversi anni. Ha progettato abitazioni, chitarre, lampade, vasi, tavoli e cioccolatini. Dal 1997 insegna presso le più rinomate scuole di design nazionali e internazionali. I suoi lavori sono stati esposti in numerose mostre collettive e personali e hanno vinto importanti premi nazionali e internazionali. Nel 2017 è stato nominato tra gli “Ambasciatori del Design Italiano” nell’ambito dell’Italian Design Day. In campo musicale ha scritto colonne sonore per teatro e installazioni. Nel 2009 ha pubblicato l’album “Preparativi per la pioggia”, con la collaborazione di Saturnino, Andy e Franco Battiato con cui duetta nella canzone “Qualsiasi spinta”. A fine 2014 è uscito “Erbamatta”, il secondo album che contiene la canzone “Memorie selettive” scritta insieme a Pacifico. Nel 2019 è uscito “La natura del parafulmine”, album che vanta le collaborazioni con Saturnino e Simon Tong.

È entusiasta per il progetto che sta portando avanti all’indomani dell’uscita di “Quattro. Crediti cosmici dance floor”, ma non mancano neppure i pensieri per il futuro. A tal proposito, ha dichiarato: “Sono in arrivo un pianoforte e un altro strumento sperimentale. Sono al lavoro anche su alcune lampade e in futuro voglio organizzare una mostra sui miei lavori, ma spero anche qualche concerto”.

Contents.media
Ultima ora