×

Lucrezia Borgia produttrice di bufale

Un aspetto poco noto di Lucrezia Borgia

default featured image 3 1200x900 768x576

images
Per secoli il nome di Lucrezia Borgia, figlia di Papa Alessandro VI, è stato sinonimo di dissolutezza e crudeltà; secondo i suoi molti denigratori infatti, fu un’avvelenatrice incallita oltre che un’insaziabile mangiatrice di uomini, capace di ogni bassezza ed efferatezza al pari del celebre e spietato fratello Cesare.

Eppure, nonostante non si possa certo affermare che sia stata un emblema di virtù e purezza, oggi, grazie a documenti scoperti in epoca recente e quindi a nuove conoscenze, sappiamo che Lucrezia non fu solo sesso e veleni, ma anche una donna colta, amante dell’arte e persino un’imprenditrice ante litteram.

Distantasi come ottima amministratrice della cosa pubblica, essa si dimostrò abile soprattutto nel settore agroalimentare, introducendo nelle campagne ferraresi l’ allevamento delle bufale, che servì a produrre e vendere mozzarelle.

Contents.media
Ultima ora