Mondiali 2018: la Spagna a rischio, l’Italia torna a sperare
Mondiali 2018: la Spagna a rischio, l’Italia torna a sperare
Mondiali

Mondiali 2018: la Spagna a rischio, l’Italia torna a sperare

Ha mandato una lettera alla Spagna calcio
Il presidente della FIFA Gianni Infantino.

Forse la Spagna non parteciperà ai Mondiali 2018 a causa di ingerenze governative che hanno irritato la FIFA. L’Italia spera ancora nel ripescaggio.

La Nazionale di calcio spagnola potrebbe non partecipare ai Mondiali 2018 in Russia e per l’Italia potrebbe esserci una nuova speranza di ripescaggio. A dirlo è il quotidiano El Pais, il quale ha reso noto che la FIFA (nella foto il presidente Gianni Infantino, ndr) ha inviato alla Federcalcio iberica (FEF) un comunicato per far presente il rischio di sospensione del team da membro dell’associazione calcistica internazionale e, quindi, l’esclusione da tutte le possibili gare future, tra cui appunto la prossima Coppa del Mondo. Ciò avverrebbe dato che ogni ingerenza governativa – in questo caso la richiesta del Consiglio superiore dello Sport (CSD) di ripetere le elezioni del presidente federale avvenute nel maggio scorso – è contraria agli Statuti della Federazione stessa.

Segno come per bloccare un azione

Se la Spagna fosse veramente esclusa – stesso rischio che corre il Perù con la medesima motivazione, tornerebbe la possibilità di ripescaggio dell’Italia, seconda in classifica in cui è in testa proprio dalla squadra di Julen Lopetegui.

La vicenda

Rischia l'elimonazione

Il Consiglio Superiore dello Sport, il quale è un organo indipendente del governo di Madrid, aveva presentato al Tribunale Amministrativo dello Sport (TAD) un ricorso che era stato ammesso dalla corte.

Quest’ultima, in base ad un’intercettazione effettuata nell’ambito della cosiddetta Operazione Soule, aveva anche dato parere favorevole alla ripetizione delle elezioni di cui sopra, inviato al Consiglio di Stato, al quale spetta il compito di decidere se effettivamente esse dovranno svolgersi nuovamente. La richiesta già era stata inviata in precedenza, ma era stata respinta.

Il parere della FIFA

Forse non parteciperà ai Mondiali

Vista la situazione, la FIFA ha deciso di intervenire, ritenendo che sia stata gravemente minacciata la propria autonomia. Infatti secondo l’articolo 13 del proprio statuto “Ogni membro deve gestire i propri affari in modo indipendente e assicurare che non vi siano interferenze da parte di terzi nei loro affari”.

Leader sportivo spagnolo

A far fronte alla situazione sarà Juan Luis Larrea, di fatto capo della FEF, dopo la sospensione di Angel Maria Villar, sospeso tempo fa dopo essere stato arrestato con l’accusa di corruzione ma formalmente ancora in carica fino al 2020.

Capo sospeso della FEF

Se ciò che vuole il governo spagnolo dovesse accadere, Villar verrebbe definitivamente messo da parte.

Il precedente

Rischiava la squalifica

In passato alla Spagna era accaduto un caso simile: aveva rischiato di essere esclusa dai Campionati Europei del 2008 – che poi ha vinto – a causa della tensione che si era creata tra l’allora governo di Josè Luis Rodriguez Zapatero o semplicemente Zapatero e la Federcalcio locale in merito alla data delle elezioni federali.

Possibile ripescaggio per l’Italia

Gli azzuri

Stando così le cose, c’è quindi la possibilità di un ripescaggio per la Nazionale italiana, che altrimenti non avrebbe diritto ad accedere ai Mondiali del 2018, dato quello che era successo il mese scorso con la Svezia: era stato un vero e proprio shock, una sorta di lutto, anche perchè è la prima volta che accade dal 1958.

E’ lo stesso quotidiano spagnolo El Pais che parla di possibilità di un nostro ripescaggio: per la FGC non rimane che stare a vedere e sperare. In forse anche la presenza al Campionato del Perù, che ha ricevuto dalla FIFA la medesima comunicazione ricevuta dalla Spagna.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*