×

Nazionale Italiana, in quale caso potrebbe avvenire il ripescaggio degli azzurri?

La delusione cocente delle ultime ore ha evocato lo spettro del ripescaggio, ma in quali casi potrebbe essere possibile? Facciamo chiarezza.

Nazionale Italiana ripescaggio quando

L’amaro destino della Nazionale Italiana di calcio segnato in queste ultime ore a seguito della concente sconfitta contro la Macedonia del Nord ha rievocato lo spettro di un alquanto improbabile ripescaggio. A prevederlo è lo stesso regolamento della FIFA nel quale viene contempleta la remota possibilità che una nazionalità possa essere richiamata  e dunque prendere parte ai mondiali in Qatar del 2022.

In quali casi può avvenire ciò? Facciamo chiarezza.

Nazionale Italiana, il quali casi può essere previsto il ripescaggio

Il punto di partenza alla base di una simile eventualità è che una squadra già qualificata venga esclusa. Ricordiamo che nelle scorse settimane abbiamo visto l’esclusione della Russia dalle competizioni internazionali con il conseguente tabellone dei Playoff che ha subito una modifica. Si tratta questo di un caso strettamente legato allo scenario politico internazionale profondamente segnato dalla guerra in Ucraina.

Oltre a ciò – come ha fatto notare Fanpage – vi è anche il caso nel quale una determinata rappresentativa nazionale venga espulsa o sospesa in via temporanea. Nello specifico “il Congresso può espellere un’associazione membro solo su richiesta del Consiglio” qualora non si adempiano a obblighi finanziari o ancora si violino i regolamenti disposti da FIFA. 

Chi potrebbe essere ripescato? 

Alla luce di ciò ci si chiede, sulla base di cosa una rappresentativa possa essere ripescata? A fare chiarezza è l’art.

6 del regolamento FIFA nel quale spiegato che in merito a tale questione sarà la stessa Federazione a sancire un verdetto “a sua esclusiva discrezione e intraprenderà qualsiasi azione si ritenga necessario”.

Contents.media
Ultima ora