×

Regno Unito, record di contagi da inizio pandemia: in 24 ore sono 78.610 e 4.671 casi Omicron

Nel Regno Unito è stato registrato un nuovo record di contagi nell'arco di 24 ore: sono quasi 79mila. Si tratta del numero più alto da inizio pandemia.

Regno Unito record contagi

Mercoledì 15 dicembre 2021 sono 78.610 i nuovi casi di Covid nel Regno Unito: è record di contagi. Da inizio pandemia, un numero così alto non era mai stato registrato. Nell’arco di 24 ore si assiste anche a un’impennata di casi Omicron.

Regno Unito, record di contagi

Per far fronte alla nuova ondata di Covid, che nel Paese sta causando un brusco incremento dei contagi, il premier Johnson invita i cittadini a vaccinarsi. Gli inglesi corrono ai ripari, ma la situazione appare preoccupante.

L’ultimo bollettino, infatti, segnala 78.610 contagi. Oltre 1,3 milioni i tamponi effettuati in 24 ore.

Risale allo scorso 8 gennaio il record, con 68.053 casi. 165 le vittime del Covid in un giorno.

Regno Unito, record di contagi e boom di casi Omicron

Gli esperti assicurano che la variante Omicron sarà presto dominante nel Regno Unito, sostituendo la Delta. La diffusione della nuova mutazione, infatti, fa paura e nel Paese si conta già una prima vittima.

A preoccupare, in particolare, è la sua rapida diffusione.

Sono 4.671 i casi Omicron registrati in 24 ore.

Regno Unito, record di contagi e boom di casi Omicron: è corsa ai vaccini

Non solo record di contagi: nel Regno Unito sono in aumento anche i cittadini che aderiscono alla campagna vaccinale.

Il Paese ha così raggiunto un nuovo record di terze dosi. Sono 656.711 quelle somministrate in 24 ore. Il Governo britannico parla di “corsa fra i vaccini e il virus”.

Contents.media
Ultima ora