×

Milan, chiarimento tra Bakayoko e Gattuso: presenti Maldini e Leonardo

Nonostante il chiarimento tra i due, il futuro di Bakyoko sembra sempre essere più lontano da Milano.

Dopo l’importantissima vittoria contro il Bologna per 2-1 grazie ai gol di Suso e Borini, a casa Milan non c’è ancora spazio per distrazioni o festeggiamenti. Infatti, l’attenzione va rivolta immediatamente al prossimo impegno, quello che vede i rossoneri contro la Fiorentina dell’ex allenatore Vincenzo Montella.

Prima del consueto allenamento mattutino, però, il tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, ha voluto chiarire quanto avvenuto con Tiemoué Bakayoko durante la partita con il Bologna. Infatti, i due hanno avuto un forte diverbio in panchina con tanto di “Fuck off” del centrocampista francese e la risposta di Gattuso “La risolviamo dopo”. Nell’incontro tra i due, svoltosi a Milanello nella prima mattinata, sarebbero stati presenti anche Leonardo e Paolo Maldini.

Il litigio e le dichiarazioni

La lite tra i due è nata quando Biglia, causa infortunio, ha chiesto il cambio.

Gattuso chiama Bakayoko il quale si attarda a riscaldarsi. A quel punto l’allenatore rossonero perde le staffe e decide di mettere in campo Josè Mauri al suo posto. Quello che ne consegue è una scena da film: Bakayoko insulta il proprio tecnico mandandolo a quel paese e Gattuso risponde con un cenno come per dire ‘ci vediamo dopo’.

“Sono cose di cui voglio parlare dentro il mio spogliatoio. Io in carriera quando ho sbagliato ho sempre chiesto scusa, nello spogliatoio sentiranno tutti quello che dobbiamo dirci”, queste le parole utilizzate dall’allenatore calabrese nel dopo partita per commentare quanto avvenuto con il proprio giocatore. A dire la propria è stato anche Bakayoko stesso, attraverso un post pubblicato sul suo profilo Twitter: “L’allenatore si è rivolto a me con termini che non mi aspettavo ed io stavo solo ripetendo le sue parole.

Niente di più. Che le cose siano chiare: non ho mai rifiutato di entrare in gioco“.

Il futuro

Se tra febbraio e marzo il pagamento del riscatto, dal valore di 35 milioni di euro, sembrava essere solo una formalità, adesso tutto è cambiato. Infatti, Bakayoko non è mai stato così lontano dal Milan come ora. Dopo il caso della maglietta di Acerbi e il ritardo all’allenamento del 1° maggio, il litigio con l’allenatore durante la partita con il Bologna sembra essere la goccia che fa traboccare il vaso definitivamente.

Il centrocampista francese dovrebbe quindi tornare al Chelsea in qualsiasi caso: infatti, anche un più che probabile esonero di Gennaro Gattuso a fine stagione non basterà per riconfermarlo in rossonero. Infatti, entrambe le parti, la dirigenza ed il giocatore, sembrano intenzionate a dividersi.

Nato a Varese, classe 95. Ha collaborato con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Fabio Rossi

Nato a Varese, classe 95. Ha collaborato con Notizie.it.

Leggi anche