Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Serie A, Atalanta e Inter in Champions, Empoli retrocesso in B
Sport

Serie A, Atalanta e Inter in Champions, Empoli retrocesso in B

Atalanta Inter

Qualificazione storica dei bergamaschi, l'Inter passa col brivido a San Siro: Empoli condannato alla B dal pari tra Fiorentina e Genoa.

Atalanta e Inter in Champions League, Empoli in Serie B. Questi i verdetti dell’ultima giornata di Serie A. La squadra di Gasperini ottiene la prima storica qualificazione alla Coppa dalle grandi orecchie grazie al 3-1 al Sassuolo al Mapei Stadium. I nerazzurri vanno sotto per effetto del gol di Berardi al 19′ ma rimediano al 35′ con Zapata. Nella ripresa la Dea dilaga approfittando della superiorità numerica dopo l’espulsione di Berardi a fine primo tempo al termine di una rissa. Le reti del Papu Gomez (53′) e di Pasalic (56′) regalano l’Europa dei grandi agli orobici. Molto più sofferta la vittoria dell’Inter. A San Siro il Biscione sblocca con Keita (51′) e manca il colpo del ko perché Icardi sbaglia un calcio di rigore. Traore agguanta i rivali al 76′ prima del gol decisivo siglato da Nainggolan a 9′ dalla fine. Il belga scaccia la paura e fa esplodere i quasi 70.000 del Meazza, impietriti per la traversa colpita allo scadere dagli ospiti, stoppati quindi da un miracoloso Handanovic.

Milan e Roma in Europa League

I risultati provenienti dagli altri campi hanno illuso il Milan che deve però accontentarsi del quinto posto e dell’Europa League.

Emblematica dell’intera stagione, con troppi alti e bassi, la partita andata in scena al Paolo Mazza. Il Diavolo si porta sul 2-0 (Calhanoglu al 18′ e Kessie al 23′) ma subisce poi la rimonta dei padroni di casa ad opera di Vicari (28′) e Fares (53′). Ancora Kessie decide la sfida dal dischetto al 66′: per Gattuso tre punti amari. In Europa League va anche la Roma, vittoriosa per 2-1 sul Parma nell’ultima di Daniele De Rossi in maglia giallorossa: i tifosi gli hanno dedicato una splendida coreografia e un mega striscione (“Ci hai rappresentato in campo per 18 anni… Da oggi la tua curva rappresenterà te. Siamo tutti DDR”). All’Olimpico finiscono sul tabellino dei marcatori Pellegrini, Gervinho e Perotti. Termina 0-0 il delicato match tra Fiorentina e Genoa, salve all’ultimo respiro.

La classifica finale

Juventus 90 punti, Napoli 79, Atalanta 69, Inter 69, Milan 68, Roma 66, Torino 63, Lazio 59, Sampdoria 53, Bologna 44, Sassuolo 43, Udinese 43, Spal 42, Parma 41, Cagliari 41, Fiorentina 41, Genoa 38, Empoli 38, Frosinone 25, Chievo 17.

La classifica marcatori

Quagliarella 26 gol (capocannoniere), Zapata 23, Piatek 22, Cristiano Ronaldo 21, Milik 17, Caputo, Mertens e Petagna 16.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Giorgio Meroni
Giorgio Meroni 602 Articoli
Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in lettere moderne, frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.