×

Massimo Ferrero aggredito da ultrà al ristorante: rischiano il Daspo

Ferrero ha subito sporto denuncia a carico di ignoti per l'aggressione subita mentre stava pranzando in un ristorante del centro di Genova

Massimo Ferrero aggredito
Massimo Ferrero aggredito

All’indomani della diffusione della lettera di intenti sottoscritta dal presidente della Sampdoria e dal gruppo Vialli, interessato all’acquisto delle quote societarie della club doriano, il presidente Ferrero ha fatto chiarezza sulla situazione. A sua detta, l’operazione è ancora incerta e ai microfoni di Sky è stato molto chiaro: “Cosa vogliono i tifosi della Sampdoria da un presidente? Vogliono Vialli? Ben venga Vialli, ma il comunicato non ha nessuna validità. Ci dobbiamo incontrare e trovare un accordo sul valore del club”. A distanza di giorni dalle sue ultime dichiarazioni, il presidente sta vivendo giornate ricche di impegni e momenti di tensioni. Massimo Ferrero aggredito dagli ultrà, che lo hanno bloccato fuori da un ristornate.

Massimo Ferrero aggredito, i provvedimenti

All’ora di pranzo di giovedì 5 settembre un gruppo di sconosciuti ha cercato di aggredire il presidente della Sampdoria.

Ferrero si trovava in un ristorante che è solito frequentare, in viale Brigate Bisagno, nel cuore di Genova. A proteggerlo ci hanno pensato le sue guardie del corpo e alcuni funzionari della Digos. Infatti, su disposizione delle autorità, il presidente doriano da diverse settimane è seguito dalla scorta quando deve spostarsi sul territorio genovese.

Anche lo scorso 8 luglio un gruppo di tifosi ha contestato il presidente, aspettandolo invano sotto il suo albergo a Genova. La tensione è dovuta probabilmente al cattivo calciomercato e alla trattativa non ancora conclusa per la cessione della Sampdoria. Ferrero ha subito sporto denuncia presentandosi in Questura. L’accusa è a carico di ignoti. Le forze dell’ordine proseguono con le indagini per identificare i colpevoli dell’aggressione, che ora rischiano il Daspo.

Stando a quanto reso noto da Fox Sports.it, il presidente si è recato anche presso la Procura della Repubblica di Genova per tutelarsi da un tentativo di truffa, slegata però da Serie A, Sampdoria e altre sue attività professionali.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche