Spremiagrumi elettrico: le migliori promozioni sul mercato
Spremiagrumi elettrico: le migliori promozioni
Casa

Spremiagrumi elettrico: le migliori promozioni

Spremiagrumi

Ormai lo spremiagrumi si sta rivelando un accessorio sempre più indispensabile nelle nostre case. Andiamo a scoprirne di più.


Ormai lo spremiagrumi si sta rivelando un accessorio sempre più indispensabile nelle nostre case. Andiamo a scoprirne di più.

Spremiagrumi

Che si intende con spremiagrumi, questo indispensabile accessorio? Lo spremiagrumi elettrico è un elettrodomestico molto pratico e veloce da usare: ma non sono tutti uguali, quale scegliere? Come sempre per fare un buon acquisto, occorre farsi delle domande per comprendere quale specifico prodotto fa al caso nostro. Lo spremiagrumi può davvero risultare pratico e veloce nel farci ottenere quello che desideriamo, succhi di frutta spremuta freschi e genuini. Oltretutto avere a disposizione lo spremiagrumi sicuramente ci fa guardare, forse ancora con maggiore attenzione, alla qualità della frutta quando la acquistiamo.

Occorre innanzitutto analizzare quelle che sono le situazioni in cui si necessita dello spremiagrumi. Sarebbe infatti poco utile, se non decisamente inutile, acquistare un elettrodomestico per poi non usarlo praticamente mai. Uno spremiagrumi troppo economico probabilmente non è in grado di fare quello che deve nel migliore dei modi, d’altro canto uno ipertecnologico forse non serve nemmeno, a meno che non si abbiano notevoli esigenze di quantità e qualità della frutta spremuta (es: ristoranti che preparano decine di litri di spremute).

Sfortunatamente, anche per via della crisi economica, vengono spesso offerti prodotti a prezzi davvero stracciati, che tuttavia non fanno risparmiare nulla perchè sono davvero scadenti. Se costa poco ma vale meno è un pessimo acquisto. Lo spremiagrumi può anche essere un piccolo elettrodomestico ma deve essere molto robusto perché si possa lavorare bene, e perché possa durare nel tempo offrendo sempre un’ottima qualità di risultati.

Spremiagrumi elettrico

Un motore a basso regime ma di qualità anche con bassa potenza permette buoni risultati. Anche una bassa potenza è più che sufficiente per spremere la frutta, e la qualità del motore riveste notevole importanza. Se l’utilizzo è saltuario, un ottimo spremiagrumi manuale in acciaio inox fa al caso nostro: semplice ed efficace. Se invece il consumo di frutta fresca spremuta è una sana abitudine, allora un elettrodomestico efficiente e robusto è da prendere in considerazione.

La maneggevolezza e la praticità di utilizzo, sono sicuramente aspetti da tenere in considerazione. Un motore più efficace evita blocchi improvvisi. Indipendentemente dalla potenza: un motore di qualità di pochi Watt di potenza con un basso numero di giri al minuto è in grado di produrre ottime spremute non facendo surriscaldare la frutta, a tutto vantaggio della qualità del succo spremuto.

Il contenitore in acciaio inox forse è la soluzione migliore, nonostante la plastica sia ovunque. Per lo spremitore ed il setaccio l’acciaio inox probabilmente è più pratico, anche per la pulizia. È interessante notare la presenza della leva che facilita la spremitura non usando le mani. La doppia rotazione aiuta a spremere i frutti con maggiore efficacia. Può essere importante che sia sufficientemente silenzioso durante l’utilizzo. Un’adeguata protezione che impedisce lo sgocciolamento ed eventuali zampilli durante la spremitura, facilita il lavoro. I supporti antiscivolo non devono mancare. La capienza media del contenitore permette di versare direttamente nel bicchiere la spremuta. Anche se possono sembrare cose ovvie, prodotti troppo economici ne sono sovente sprovvisti.

Spremiagrumi opinioni

Vediamo quali possono essere le caratteristiche da tenere in considerazione nella scelta di uno spremiagrumi.

La Potenza

Quando pensiamo ad uno spremiagrumi la prima immagine che affiora nella nostra mente è un piccolo accessorio manuale in plastica che ci aiuta a ricavare il succo di qualche agrume. Se fino a qualche tempo fa per spremere arance, limoni o pompelmi era necessario spendere tempo e energie, grazie all’avanzare della tecnologia oggi è possibile ottenere spremute gustose, salutari ed abbondanti con il minimo sforzo.

Con gli spremiagrumi elettrici infatti il processo di spremitura è diventato rapido e quasi interamente automatizzato: ciò ci consente non solo di ottimizzare i tempi, ma anche di occuparci al meglio della nostra salute provvedendo in maniera naturale al fabbisogno vitaminico quotidiano. Acquistando uno spremiagrumi elettrico infatti potrete realizzare facilmente succhi e spremute con agrumi di stagione e dire addio definitivamente agli integratori vitaminici, costosi e meno naturali della frutta. Una volta stabilita l’utilità di questo strumento la domanda che ci si pone è: come fare a scegliere lo spremiagrumi più adatto tra tutti i modelli in commercio?

Per rispondere a questo quesito ed aiutarvi ad acquistare il prodotto giusto per voi abbiamo pensato, come già detto sopra, di proporvi una guida all’acquisto nella quale abbiamo individuato i 3 fattori più importanti da valutare per la scelta dello spremiagrumi. Spremiagrumi classico

Il primo aspetto da prendere in considerazione riguarda la potenza dell’apparecchio: questa dipende tanto dalle caratteristiche strutturali del prodotto quanto dalla tecnologia utilizzata per l’estrazione dei succhi. È quindi possibile trovare grosse differenze tra i vari modelli: gli spremiagrumi elettrici più semplici avranno solitamente una potenza che va dai 15 ai 30 watt, mentre i prodotti più sofisticati possono superare anche i 150 watt.

La valutazione di questo fattore dipende essenzialmente dalle vostre esigenze: se cercate un prodotto da utilizzare saltuariamente per la preparazione di quantità ridotte di succo allora la potenza elevata non rappresenterà un aspetto decisivo, se al contrario avete bisogno di uno spremiagrumi da sottoporre a un utilizzo intensivo che possa realizzare grandi quantità di spremuta allora vi consigliamo di orientarvi su prodotti più potenti. Un wattaggio elevato infatti permette alla macchina di non andare facilmente sotto sforzo e vi assicurerà tempi di preparazione ridotti. Necessario considerare però che a maggiore potenza corrisponde solitamente un prezzo più alto.

La Struttura

Il secondo fattore da valutare attentamente nella scelta dello spremiagrumi riguarda la sua struttura: con questo termine vogliamo intendere sia le dimensioni del prodotto come peso, grandezza, volume e capienza della caraffa, sia il design del modello. Anche questo fattore dipende quasi interamente dalle vostre esigenze specifiche: la scelta tra i prodotti dev’essere infatti effettuata prendendo in considerazione quanto spazio potete destinare a questo elettrodomestico, su quale superficie dovrete riporlo e che tipo di utilizzo andrete a farne.

In generale è possibile distinguere due differenti design: lo spremiagrumi che si sviluppa in verticale e quello invece che risulta più largo che alto. La prima tipologia racchiude modelli con differenti tecnologie: necessario qui sottolineare come sia possibile avere spremiagrumi verticali di diverse dimensioni che variano in base alla capienza complessiva della caraffa. Gli spremiagrumi verticali sono solitamente più facili da riporre ma meno maneggevoli, tuttavia anche questo aspetto dipende dalla grandezza del prodotto e dai materiali utilizzati.

La seconda tipologia di spremiagrumi ha il design che ricorda lo spremiagrumi manuale: questi prodotti sono solitamente composti da una base rotonda dotata di cavo sulla quale si posizionano il contenitore e l’apposito cono sul quale spremere i frutti. Questo tipo di prodotti ha solitamente una caraffa meno capiente ma risulta più compatto e maneggevole rispetto ad uno spremiagrumi verticale. Possiamo dunque affermare che, a prescindere dalle vostre preferenze in fatto di design, conviene tenere sempre presente il quantitativo approssimativo di succo che vorrete preparare: regolarsi in base alla capienza complessiva è sicuramente un modo per scegliere uno spremiagrumi che soddisfi le vostre necessità.

Il prezzo

Infine c’è la questione del prezzo. Osservando gli spremiagrumi in commercio, sia sui portali di shopping online che nei negozi specializzati, è facile accorgersi che esistono diverse fasce di prezzo per un prodotto tendenzialmente semplice da utilizzare e non dotato di particolari funzionalità. Questa differenza è data da un lato dalle caratteristiche tecniche e strutturali dei modelli, dall’altro alla notorietà del brand ed dal tipo di supporto fornito al cliente.

Il nostro consiglio è di non considerare il prezzo come una discriminante fondamentale per la vostra scelta ma di orientarvi in base ai fattori da noi precedentemente identificati. In questo modo sarete certi di scegliere un prodotto che risponda appieno alle vostre esigenze. In ogni caso, tra due spremiagrumi con le stesse caratteristiche tecniche e strutturali, è naturalmente preferibile scegliere il prodotto più economico.

Se avete bisogno di uno spremiagrumi professionale o semi professionale da utilizzare tutti i giorni per preparare grandi quantitativi di spremute, dovrete orientarvi sicuramente su un prodotto appartenente ad una fascia di prezzo medio-alta, tra i 100 e i 200 euro. Se invece ne cercate uno adatto all’uso domestico, compatto, maneggevole e dalla capienza limitata, potrete facilmente trovare prodotti di ottima qualità per un prezzo tra i 20 e i 40 euro. In conclusione consigliamo di diffidare dai prezzi troppo bassi. Nella maggior parte dei casi i prodotti molto economici sono poco funzionali e si rompono facilmente.

Migliori prodotti

Ecco i migliori spremiagrumi presenti in rete.

Spremiagrumi Elettrico 90.307 Beper

modello1
carrello

Spremiagrumi elettrico con pratico beccuccio per versare direttamente la bevanda nel bicchiere. Movimento bidirezionale per una migliore spremitura del succo. Capacità di quasi un litro e mezzo per molti bicchieri di spremute e cocktail.

Spremi’

spremi

carrello

Pasiamo ad Ariete, uno dei marchi più importanti per gli elettrodomestici di casa. Spremì ha un design molto interessante, dotato di doppio cono, alette premipolpa e beccuccio versatore. Il coperchio antipolvere e l’avvolgicavo integrato nella base, inoltre, lo rendono anche pratico da riporre.

Tristar Spremiagrumi 25 W

tristar

carrello

Queste le caratteristiche dell’apparecchio firmato Tristar: due coni doppi, misurino trasparente, filtro per la polpa, coperchio, manico e piedini antiscivolo. La particolarità è che il contenitore è staccabile dall’apparecchio, per poter essere ancora più pratico.

Spremiagrumi elettrico G Style 85W

ultimomodello

carrello

Questo spremiagrumi dispone di beccuccio e filtro in acciaio. E’ versatile visto che può alloggiare bicchieri di differenti altezze e intelligente con la funzione salvagoccia del beccuccio che aiuta a non sprecare il succo spremuto.

Smeg – Spremiagrumi

smeg

carrello

70 W di potenza, fatto in alluminio pressofuso e verniciato a polvere. Uno spremiagrumi non solo utilissimo, ma anche bello come oggetto di design.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

AirBnB Italia
Casa

AirBnB Italia come funziona

di Notizie

Volete mettere in affitto la vostra casa e vi state chiedendo come funziona AirBnB in Italia. Di seguito tutto quello che c’è da sapere.

fare foto AirBnB
Casa

Come fare foto per AirBnB

di Notizie

Per attirare più clienti, il vostro appartamento in affitto su AirBnB ha bisogno di essere valorizzato con delle belle foto. Qualche consiglio.

Modestino Picariello 758 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+