Usain Bolt dichiara: "Ho firmato per una squadra di calcio"
Usain Bolt dichiara: “Ho firmato per una squadra di calcio”
Sport

Usain Bolt dichiara: “Ho firmato per una squadra di calcio”

usain bolt

L'uomo più veloce del mondo svelerà martedì 27 febbraio con che squadra di calcio ha firmato un contratto. Lo anticipa sul suo profilo Twitter.

Usain Bolt, l’uomo più veloce del mondo, si da al calcio. L’atleta ha svelato sul suo profilo Twitter: “Ho firmato per una squadra di calcio. Scoprirete quale alle 8 di martedì 27 febbraio”. Usain Bolt ha sempre dichiarato di essere un appassionato del mondo del pallone, nello specifico si sa che sia tifoso del Manchester United. Inoltre mesi fa è trapelato che l’atleta prese contatti con il club del Borussia Dortmund. I Red Devils hanno contraccambiato l’amore della star per la loro squadra invitandolo come loro ospite alla finale della Champions League del 2011.

Usain Bolt ed il calcio

E’ anche vero che Usain abbia girato uno spot per il suo sponsor, Puma, insieme a Sergio Aguero, attaccante del Manchester City. Bolt disputerà una partita di beneficenza, per conto dell’Unicef, al «SoccerAid», con la maglia del «World XI». L’avversario sarà l’«England XI» capitanato da Robbie Williams, che Bolt ha già provveduto ad avvisare con un tweet in mattinata dando appuntamento a tutti per domenica 10 giugno, all’Old Trafford.

Dopo essersi ritirato dall’attività agonistica ai Mondiali di Londra dell’anno scorso, e dopo il recupero dall’infortunio al bicipite muscolare, il 31enne giamaicano sta cercando delle soluzione per il suo post-carriera.

Il calcio è sempre stata la sua grande passione ed infatti, un mese fa per via di uno sponsor, fece finta di fare un provino per il Borussia Dortmund. Il passaggio da uno sport ad un altro non è una cosa nuova per i grandi atleti. Infatti, nel 1994, Michael Jordan chiuse con il basket e andò a giocare a baseball in una dimenticabile franchigia, i Birmingham Barons. Giocò 127 partite, era uno dei tanti. Dopo un anno tornò al basket.

Dal canto suo, Bolt ha sempre voluto essere un calciatore importante ed infatti, il suo amore per il Manchester United, gli permise di ottenere la possibilità di fare un allenamento nel 2009 con Ruud Van Nistelrooy, su invito di sir Ferguson.

Per il Manchester United, prova un amore forte al punto tale che una volta fece ritardare il decollo di un aereo perché doveva assistere alle concitate fasi finali di un derby tra United e City.

In quell’occasione, la sua squadra del cuore vinse 4-3, e Bolt salì sull’aereo felice e si scusò con tutti i passeggeri.

La verità questa volta è che Bolt non scenderà in campo per dimostrare, ancora una volta, al mondo intero di essere un grande atleta, ma solo per beneficenza, perché il sorriso di un bambino vale molto di più di una medaglia vinta alle Olimpiadi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi anche