Albacina e il castello abbandonato COMMENTA  

Albacina e il castello abbandonato COMMENTA  

Veduta di Albacina.

Il castello di Albacina, capolavoro medievale di uno dei borghi più antiche delle Marche, è rimasto completamente abbandonato. Qualcuno lo vuole salvare.

Dopo aver vagato per il resto del mondo per qualche puntata, oggi torniamo ad occuparci dei luoghi abbandonati in Italia, scoprendo una delle tante bellezze nascoste del nostro paese.


Si scende giù nelle Marche (o su, a seconda di dove stiate leggendo), in un paesino a circa 10 chilometri da Fabriano chiamato Albacina. Il borgo ha una storia millenaria, che affonda le sue radici nelle popolazioni venute prima ancora dell’impero romano. Chiamato all’epoca Tuficum, fondato dalla tribù Ufentina, il paese sorge nel punto d’incontro tra il fiume Esino e il Giano, un luogo di grande importanza strategica.


castello di Albacina

Nascosto alla vista dalla strada da un gruppo di capannoni industriali, il castello di Albacina è un bellissimo esempio di architettura del dodicesimo secolo, a cui è stata aggiunta una torre trecentesca. Il centro storico abbraccia il castello, e ne circonda la forma ogivale. Fu fortemente colpito dal terremoto del 1997, che lo rese completamente inutilizzabile e iniziò a far parlare delle necessità di restauro.


Castello di Albacina

Il castello è a rischio. L’abbandono durato secoli si fa sentire, e c’è un bisogno urgente di ristrutturare e mettere tutto in sicurezza prima che sia troppo tardi. Legambiente ha lanciato a inizio giugno una campagna per far destinare parte dei 150 milioni per la salvaguardia dei beni culturali al rinnovamento del castello.

L'articolo prosegue subito dopo


1 / 4
1 / 4
  • Veduta di Albacina.
  • La torre del castello.
  • Vista di Albacina da lontano.
  • La torre, circondata dalle case.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*