Calciomercato Napoli, ADL punta su un giocatore dello Zenit

Calcio

Calciomercato Napoli, ADL punta su un giocatore dello Zenit

Calciomercato Napoli

Calciomercato Napoli, con la possibile partenza di Ghoulam, De Laurentiis sarebbe deciso a puntare su un giocatore dello Zenit.

Calciomercato Napoli, a pochi giorni dalla fine del campionato di Serie A, il presidente partenopeo, Aurelio De Laurentiis, starebbe cercando di vagliare varie soluzioni per rinforzare una squadra già forte di suo. Il reparto meno completo è però la difesa, soprattutto per via del possibile addio di Ghoulam. Il contratto dell’algerino scade nel 2018, e finora non è stato raggiunto neanche un accordo di massima con l’entourage del calciatore.

Sull’esterno sinistro del Napoli ci sono varie società estere, tra cui Bayern Monaco e Atletico Madrid, pronte ad acquistare il giocatore per una cifra non superiore ai 20 milioni. Per questo motivo, il calciomercato Napoli potrebbe ruotare attorno a Domenico Criscito, ex Genoa, in scadenza di contratto con lo Zenit nel 2018.

A confermare la possibile trattativa è stato lo stesso calciatore, soprattutto se dovesse esserci la possibilità di ritornare in Italia. Intervenuto a ‘Kiss Kiss Napoli’, Criscito ha detto: “Io al Napoli? Sono pronto, ho voglia di tornare in Italia.

Con lo Zenit ho ancora un anno di contratto e non abbiamo parlato finora di rinnovo. In Russia mi trovo bene ma non nascondo che con la mia famiglia stiamo valutando la possibilità di tornare in Italia”.

L’ostacolo di tale trattativa potrebbe essere l’età. Domenico Criscito non sembra avere il profilo giusto per i parametri voluti da presidente De Laurentiis per la costruzione della squadra a causa dell’età (è un classe ’86). Il patron azzurro è da sempre favorevole ad investimenti su giovani anche se l’attuale difensore dello Zenit avrebbe le caratteristiche perfette per fare il rinforzo in difesa. Capace di agire sia sulla sinistra che da centrale, il suo arrivo potrebbe garantire un’alternativa valida in un ruolo dove i partenopei stanno cercando di rinforzarsi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche