Come spiegare l’area di un rettangolo in un polinomio

Scuola

Come spiegare l’area di un rettangolo in un polinomio

Un rettangolo è un quadrilatero geometrico, in cui i due lati opposti sono uguali e paralleli tra loro. I lati sono sempre linee rette e tutti gli angoli di 90 gradi. L’area di un rettangolo è il prodotto di due qualsiasi dei suoi lati adiacenti, che sono anche noti come la lunghezza e la larghezza o la base e l’altezza. Un polinomio è un’espressione con uno o più termini, che sono formati con costanti e variabili. Se la lunghezza e la larghezza di un rettangolo è espressa come polinomi, allora l’area è il prodotto di questi due polinomi.


istruzioni

1. Prendi l’espressione polinomiale per la lunghezza di un rettangolo. L’equazione polinomiale generale di una retta è y = mx + b, dove “m” e “b” sono costanti di numero reale, e “x” e “y” rappresentano l’asse orizzontale e verticale, rispettivamente.

2. Esprimi la larghezza di un rettangolo come un’espressione polinomiale. A differenza di un quadrato, i lati adiacenti di un rettangolo sono uguali.

Utilizzando diverse notazioni per le costanti, la larghezza può essere scritta come y = ax + c, dove “a” e “c” sono costanti di numero reale.

3. Moltiplicare la lunghezza di un rettangolo e la larghezza per esprimere l’area come un polinomio. Per concludere l’esempio, l’area è uguale a mx + b moltiplicato per ax + c, che è pari a amx^2 + cmx + abx + bc. Raggruppare i termini, che sono i termini con gli stessi della variabile, l’area è pari a amx^2 + (ab + cm) x + bc.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche