Come cucinare coscia d'anatra confit: ricetta

Come cucinare coscia d’anatra confit: ricetta

Guide

Come cucinare coscia d’anatra confit: ricetta

Come cucinare coscia d'anatra confit: ricetta
Come cucinare coscia d'anatra confit: ricetta

Tra tante ricette natalizie, alcuni preferiscono preparare una coscia d’anatra confit. Scopriamo come cucinarla al meglio

Solitamente, la coscia d’anatra viene cotta a bassa temperatura nell’olio. La ricetta francese era più complicata di quella che andremo a fare noi perché nacque apposta per poter conservare al meglio la carne con la faraona, conigli, oche.

Quando si scoprì che la carne di anatra era molto squisita, cucinata nel suo stesso grasso, venne mantenuta questa tipica ricetta nella cucina francese.

Cucinare la coscia d’anatra richiede un po di tempo e pazienza e un termometro da cucinare per monitorare la temperatura dell’olio.

Abbiamo bisogno di qualche aroma e una coscia d’anatra a persona. Aggiungere olio d’oliva con l’olio di semi, rosmarino, salvia, scalogno, alloro, aglio, pepe in grani, cipolla e timo e sale quanto basta.

Versate il contenuto dentro una casseruola, a seconda della dimensione, calcolate un litro e mezzo di olio che dovrà coprire la carne.

Mantenete la temperatura su 90° e posate la carne con tutti gli aromi dentro la casseruola, con la pelle rivolta verso l’alto.

Se non avete messo abbastanza olio, aggiungete altro olio, prescaldato, in modo da mantenere la stessa temperatura.

Il tempo di cottura è di circa 3 ore, controllando sempre che la temperatura non superi i 90° nel condimento, non nella carne. Per far si che la temperatura rimanga tale, dovete sempre monitorare la fiammella.

Se per caso la temperatura supera i 90° e il fuoco è già basso, togliete dal fornello per qualche minuto e poi riadagiatelo.

Dopo 3 ore di cottura, l’anatra sarà morbidissima. scolare la carne su carta da cucina e assorbire l’olio, tamponandola.

Togliete la pelle dell’anatra confit. Infilate la punta del coltello nella pelle per sollevarla, in modo da non rovinare la carne.

Tagliate la carne a fette e accompagnatela con una bella insalata verde e ricca oppure con patate arrosto o, ancora meglio, un bel purè.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*