Dieta alcalina: menù settimanale

Donna

Dieta alcalina: menù settimanale

La dieta alcanica o dieta acido-base è una dieta basata sulla predilezione di consumare le verdure e la frutta, in particolare, cruda ad eccezione di carne, i formaggi e i derivati del grano. Ecco il menù settimanale.

La dieta alcalina o dieta acido-base è una dieta basata sul netto privilegio di consumare le verdure e la frutta, in particolare, cruda ad eccezione di carne, i formaggi e i derivati del grano. Ecco il menù settimanale.

Dieta alcalina: Teoria

La Dieta acido-base è la famosa dieta alcalina ideata da Robert O. Young, il quale fu accusato di truffa e di abuso della professione di Medico. Questo regime dietetico si basa sul consumo libero di cibi “alcalinizzanti”, senza sancire limiti e vincoli sulle quantità. La dieta, secondo i suoi fautori, produrrebbe una condizione di “alcalinità” diffusa sui tessuti ed organi dell’organismo umano, rendendo l’individuo più forte all’attacco di batteri e virus con un netto rafforzamento dell’apparato immunitario. La riduzione dei batteri nel tratto gastro-intestinale garantirebbe una maggior “efficienza” energetica.

Il regime dietetico “alcalinizzante” avrebbe come fondamento basilare il consumo di tutti gli alimenti vegetali, in particolare, gli ortaggi crudi (circa l’80% degli stessi vs.

il 20% degli alimenti considerati “acidi”).

Quali cibi consumare e non secondo il regime dietetico “alcalino”?

Zuccheri, dolci, formaggi, carne, insaccati, condimenti e tutti i cibi che richiedono una digestione lunga producono tossine, per questo sono altamente da evitare secondo l’apporto dietetico della dieta acido-base. Il carico di tossine acide è tale che impatta profondamente sul buon funzionamento degli organi e dei tessuti, oltre ad influire sull’acidità ed il PH dei fluidi. L’organismo entrerebbe in uno stato di malessere tale da richiedere il “soccorso” e l’apporto di vitamine e Sali minerali per ridurre l’acidità.

La dieta alcalinizzante richiedere un apporto così composto: 70-80% consumo costante e quotidiano di frutta, verdura, alghe e legumi; il 20-30% consumo di carboidrati quali cereali integrali, specie prodotti biologici, patate, frutta secca in genere come uvetta, noci, mandorle, pinoli, carne rossa e bianca, pesce e uova. Le proteine di origine animale non devono eccedere i 30 g al giorno, In particolare, è da privilegiare il consumo di 600 grammi di verdure fresche a foglia verde, ricchissimi di clorofilla.

Dieta alcalina: Menù settimanale

Chiariti i cibi alla base della dieta alcalina, passiamo a stillare un piano alimentare settimanale:

  • Colazione: frutta fresca di stagione
  • Spuntino mattina: frutta fresca di stagione
  • Pranzo: Verdure crude condite con sale ed un filo di olio oppure verdure grigliate oppure piatto di patate con fagiolini verdi oppure verdure lessate oppure insalata di verdure fresche con patate oppure insalata di valeriana con barbabietole e muesli di cereali integrali oppure insalata di fagioli di soia con tofu oppure insalata di carote e patate con crema di zucchine oppure torta di verdure con quinoa oppure farro di cereali integrali con verdure
  • Spuntino pomeridiano: cereali integrali con un frutto
  • Cena: Insalata di fagiolini verdi con cereali integrali o riso oppure uova con verdure grigliate/lesse oppure hamburger di quinoa con carote, patate e zucchine oppure tortino di riso con patate lessate oppure zuppa di legumi con patate e tofu.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche