Genitori e figli

Catania

Genitori e figli

Io non ho figli e non ci penso neanche ad averne, è un pensiero che proprio non mi sfiora e allora voi mi direte,perchè parlo di loro?Perchè osservo molto e perchè sono “un figlio”, cresciuto in tempi che sembrano lontani anni luce da quelli attuali.
Non è facile essere genitore oggi,con difficili prospettive e quasi nessuna certezza nel domani e,per gli stessi motivi,forse è anche difficile essere figli, anche se ho la sensazione che i “figli moderni” non si creino più di tanto questo problema, intendo che vivono in un limbo dove conta solo il presente, ed è un presente fatto di cose futili, senza legami, senza amore per nulla o quasi, un egoismo a tratti spaventoso e disarmante. Sono convinto però che molti genitori si siano arresi e siano in balia dei loro ragazzi,inconsapevoli di quello che succede fuori dalle mura domestiche, succubi delle loro fantasie e dei loro capricci.E così ci ritroviamo scarsi studenti che diventeranno scarsi lavoratori e scarsi padri di famiglia.Ragazzi che vanno male a scuola e che dopo un risicato diploma diventano universitari a vita.E se cercano un lavoro sembra che non lo trovino mai.Nessuno che osa sgridarli,castigarli,privarli di qualcuno dei loro tanto amati giochi al computer.Forse farsi “odiare” un pochino potrebbe essere un bene!….Io devo ringraziare i miei genitori a distanza di tempo perchè credo che se oggi ho un pò di “palle” e un discreto senso critico per le cose che mi circondano e riesco bene a distinguere la futilità delle cose materiali e comprendo l’importanza dei sentimenti, lo devo a loro e come me molti ragazzi cresciuti nei miei anni.

Non è facile raggiungere una qualsiasi consapevolezza e sicuramente io dall’alto dei miei quasi 30 anni devo ancora capire molte cose, ma ho imparato almeno ad usare la testa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...