Oscar 2017, come è potuto succedere? Scambio di buste fatale COMMENTA  

Oscar 2017, come è potuto succedere? Scambio di buste fatale COMMENTA  

oscar 2017

Agli Oscar 2017 è andata in scena una gaffe terribile: vince La La Land, anzi no, vince Moonlight. Ecco cos’è successo con il miglior film.

Warren Beatty e Faye Dunaway, due volti della storia del cinema, hanno dato l’annuncio del premio Oscar per il miglior film. E’ il riconoscimento più ambito, quello che consegna una pellicola agli annali, ed è un momento da ricordare. Nel caso specifico – non c’è proprio dubbio – si tratta di un momento che si ricorderà a lungo.


Sì perché quando Warren Beatty e Faye Dunaway hanno dato l’annuncio, il nome che hanno detto è stato “La La Land”. Aperta la busta, controllato che non ci fossero altri fogli oltre al primo, guardatisi in faccia, i due hanno fatto ciò che andava fatto. Il problema, però, è che non andava fatto. Perché il vincitore non era “La La Land”, ma “Moonlight”.


Una gaffe in piena regola

Con il termine ‘gaffe’ si intende un’azione inopportuna, sbagliata, qualcosa che viene detto o fatto nel modo o nel momento meno opportuno. E’ un francesismo di origine incerta (secondo alcuni, il termine deriverebbe addirittura da uno slang scozzese che indicava un modo di parlare sgarbato). Caratteristica della gaffe è quella di essere un’azione del tutto involontaria.


Quella di Warren Beatty e Faye Dunaway agli Oscar 2017 è stata senza dubbio una gaffe. Una grossa, gigantesca, indimenticabile gaffe. A seguito dell’annuncio, sul palco è salito un gruppo in rappresentanza di “La La Land”, inclusi Emma Stone e Ryan Gosling. C’è stato anche un discorso di ringraziamento, nello specifico pronunciato da Jordan Horowitz, uno dei produttori, e solo dopo un po’ è arrivata la smentita.

L'articolo prosegue subito dopo


Non ha vinto “La La Land”, l’Oscar per il miglior film è di “Moonlight”

A interrompere i festeggiamenti ci hanno pensato le uniche due persone che sono a conoscenza dei nomi dei vincitori prima degli annunci ufficiali. Si tratta di due dipendenti della PricewaterhouseCoopers (PwC), una società che, fra le altre cose, si occupa dell’elaborazione dei voti dell’Academy per l’assegnazione degli Oscar. Sono loro a dare le buste a chi deve dare l’annuncio e sono loro, per forza di cose, ad avere dato a Warren Beatty e Faye Dunaway quella sbagliata.

A quanto pare – secondo il racconto di Warren Beatty – sulla busta incriminata non c’era scritto “La La Land”, ma “Emma Stone”, poco prima premiata come miglior attrice. Da qui l’imbarazzo già percepito poco prima dell’annuncio, nonché il disastroso equivoco.

La società PwC ha diffuso un comunicato ufficiale in cui si dichiara che sono in corso degli accertamenti per capire cosa sia successo alla cerimonia degli Oscar 2017. “Stiamo indagando per capire come può essere successo”, dicono, “e ci dispiace molto che sia capitato”. Giusto qualche tempo fa, un portavoce della PwC aveva risposto alla provocatoria domanda di un giornalista dell’Huffington Post: “che si fa se sbagliate a dare la busta?”. Risposta, data con la premesse che si tratta di qualcosa di “molto improbabile”: “faremmo in modo che si sappia molto velocemente il nome del vincitore giusto”. E già.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*