Pro e contro del turismo in Italia COMMENTA  

Pro e contro del turismo in Italia COMMENTA  

Paese della “città eterna” Roma, della Torre pendente di Pisa, di delizie gastronomiche e di chilometri di spiagge del Mediterraneo, l’Italia è una delle più importanti destinazioni di viaggio. Tantissimi turisti da tutto il mondo riempiono le sue pittoresche località ogni anno. Ma oltre all’ovvio introito economico, tutti questi visitatori potrebbero danneggiare il paese su più livelli.

Turismo e massa. Un ovvio effetto del turismo di massa è il numero di persone raggruppate nei siti storici più visitati. Uno studio del 2012 sugli effetti del turismo di massa a Firenze, una delle destinazioni italiane più popolari, ha trovato che le folle stipate durante l’alta stagione turistica sono una causa di stress per gli abitanti, e una sovrabbondanza di turisti è stata identificata come un aspetto negativo sia da coloro che vivono a Firenze sia da coloro che la visitano.

Gli effetti del turismo sul crimine. I borsaioli e altri piccoli criminali sono attratti dalle aree turistiche, e l’Italia non fa eccezione. Infatti i dati del 2012 dicono che il crimine è più alto nelle aree maggiormente visitate piuttosto che in quelle con poco turismo. Comunque, lo studio ha dimostrato che il turismo porta a un aumento del crimine, ma non causa un eccesso di crimine.

Mancanza di cultura artistica. La ragione per cui la parola “turistico” spesso ha una connotazione negativa è la sua associazione con il lavoro di bassa qualità. Roma, che ha più di 10 milioni di turisti all’anno, è il primo esempio in Italia di “disneyficazione“. Secondo uno studio del 2010 dell’Università Sapienza di Roma, la città sta subendo una veloce trasformazione a causa del turismo. Lo studio parla di “turismo veloce” che si sta sviluppando a Roma in cui fast food, catene di alberghi e shopping all’interno di centri commerciali caratterizzano la maggioranza dell’esperienza turistica. Lo studio consiglia Roma di proteggere la sua unica eredità, compreso il supporto ai brand locali e ai piccoli negozi, specialmente quelli del centro storico.

L'articolo prosegue subito dopo

Effetti ambientali del turismo. Navi da crociera, pullman, traffico aereo pesante e le tante persone che sono nei luoghi naturali influiscono sull’ambiente. A Venezia, costruita su un fragile ecosistema di canali e su una laguna naturale, gli effetti del turismo di massa stanno causando una crisi ambientale. Secondo gli architetti italiani, la città accoglie due volte il numero di persone che dovrebbe, e il fatto che il sistema di trasporto nella città sia acquatico ha portato a un serio smembramento dell’ecosistema d’acqua dolce. Infatti, il danno al sistema lagunare, che è causato dalle propulsioni delle barche, ha reso la laguna salata come il vicino mare Adriatico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*