Ricette per il picnic con Galbani COMMENTA  

Ricette per il picnic con Galbani COMMENTA  


Il picnic può sembrare un’invenzione relativamente recente, ma in realtà è una pratica che ha alle spalle una tradizione molto antica. Sembra infatti che sia nato attorno al 1600 come pausa durante i lunghi viaggi a cavallo o durante le battute di caccia. Riscosse però molto successo ed è presto diventato un’usanza sociale di moda, soprattutto tra i nobili. Era difatti un modo per sfuggire ai lunghi e noiosi banchetti ufficiali ai quali gli aristocratici erano costretti a partecipare per buona educazione. Fortunatamente il picnic, non è rimasto di esclusivo appannaggio dei nobili, anzi, nel corso dei secoli si è evoluto ed è diventata una pratica d’uso comune a tutti. Oggi il picnic è associato ad un’escursione all’aperto, durante la quale potersi fermare, mangiare squisite prelibatezze godendosi il paesaggio e la pace della natura. Che sia con lo zaino o con il caratteristico cestino una cosa assolutamente non può mancare: la coperta da stendere sull’erba, il resto è dettato dal gusto personale e dalle esigenze.

Ma che ricette preparare per un picnic degno di questo nome?
Solitamente si realizzano piatti facili, veloci e gustosi come paste fredde, panini di vario genere e frittate di cui la variante con la pasta rappresenta forse quella più nutriente e golosa.

Farla è molto semplice servono:

  • 350gr di spaghetti cotti
  • 5 uova
  • 50gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • 100gr di provola piccante
  • 3gr di timo tritato
  • 50gr di pancetta affumicata o salamino piccante
  • Olio evo
  • 100gr di latte

PROCEDIMENTO:
Una volta cotta la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e lasciatela intiepidire, aggiungendo un filo d’olio per evitare che si attacchi. Nel frattempo tagliate il formaggio a cubetti e fate la stessa cosa per la pancetta o salamino piccante a seconda di quale avete scelto.
Dopodiché sbattete le uova un una ciotola grande e con i bordi alti, aggiungete il formaggio, il vostro salume tagliato a pezzettini, il timo leggermente tritato, il latte, il sale ed infine il pepe.
Sbattete un pochino per amalgamare gl’ingredienti e aggiungete gli spaghetti.
A questo punto scaldate una padella antiaderente con dell’olio e versatevi il composto facendo in modo che gli spaghetti risultino tutti coperti e che la frittata venga alta almeno 1cm.
Lasciate cuocere qualche minuto e aggiungete sulla superficie il formaggio grattugiato, poi coprite il tutto con un coperchio. Fate cuocere per circa 15 minuti a fuoco moderato e poi giratela e fatela cuocere per altri 5 minuti senza coperchio. Quando la frittata sarà pronta, fatela scivolare in un piatto da portata, tagliatela a fettine o a pezzettini e riponetela in un contenitore per il vostro picnic.

Oltre a questa ricetta, sono molto gettonate anche le paste fredde. Invece di usare i soliti condimenti per riso, potreste inventarne una a vostro gusto utilizzando ingredienti genuini oppure seguire questa ricetta vegetariana, fresca e stuzzicante.

Servono:

  • 400gr di pasta corta tipo pipe rigate
  • 250gr di fagiolini lessati
  • 4 patate medie lessate
  • 2 confezioni di olive nere denocciolate e sgocciolate
  • 2 mozzarelle
  • 2 pomodori da pelare
  • Olio
  • Sale e pepe
  • Scorza di limone non trattata grattugiata

Procedimento:
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e dopo averla scolata bloccare la cottura passandola sotto acqua fredda corrente. Dopodiché mettetela in una ciotola capiente e condite con un bel po’ di olio per evitare che s’incolli. Pulite i fagiolini e le patate e lessateli. Una volta freddati tagliate i fagiolini a piccoli pezzi e le patate a tocchetti. Aggiungete la mozzarella a cubetti, i pomodori pelati e le olive tagliate a metà.
Salate e pepate e mescolate il tutto in modo che il condimento risulti ben distribuito. A questo punto grattugiatela scorza del limone che darà un tocco fresco alla vostra pasta fredda e se lo gradite potete anche aggiungere il succo di mezzo limone al condimento per dare una nota aspra al tutto.
Inserite la pasta in un contenitore ermetico e riponete in frigo fino a che non siete pronti per partire.

A differenza della frittata di pasta che può anche essere mangiata con le mani, la pasta fredda necessita di forchette e piattini o quanto meno di contenitori individuali monoporzione.
Quando studiate il menù del vostro picnic fate dunque molta attenzione anche a tutto il necessario che vi dovrete poi portare dietro, quindi coltelli, forchette, bicchieri, cavatappi e apribottiglie, fazzolettini ma soprattutto sacchetti dove riporre gli scarti e lo sporco.

Il resto è pura fantasia, potrete sbizzarrirvi o decidere di rimanere su un menù più semplice e tradizionale, a voi la scelta!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*