Rock in Idrho: i fan pronti a fare causa dopo l’annullamento di sabato causa maltempo COMMENTA  

Rock in Idrho: i fan pronti a fare causa dopo l’annullamento di sabato causa maltempo COMMENTA  

20120723-114211.jpg

C’è chi si è fatto centinaia di chilometri per essere presente lo scorso sabato al Rock in Idrho di Rho, spendendo più in viaggio che il costo del biglietto del concerto. É comprensibile, dunque, la rabbia dei fan accorsi in gran massa dopo l’annullamento della manifestazione poco prima delle 18 a causa di forti piogge. In quel momento suo palco c’erano i Sum 41. Tutti sanno che in unnfestival qualche defezione di una band può capitare ma l’headliner, in questo caso i Rancid, no. L’organizzazione, nella persona di Alex Fabbro, di comune accordo con le autorità e i vigili del fuoco, ha preso la decisione di annullare l’evento come abbiamo scritto ieri. Parte dell’attrezzatura, inoltre (forse è questo il vero problema che ha portato all’annullamento), è stata danneggiata (ci chiediamo se, come suggerisce il buon senso, ci fosse attrezzatura di riserva). Gli organizzatori hanno garantito il rimborso del biglietto. Come scritto poc’anzi, però, spesso il prezzo del biglietto è il danno minore. A questi vanno aggiunti, a seconda dei casi, dai 50 ai 400 euro di spese aggiuntive. Per tali ragioni i fan sono imbestialiti e si stanno organizzando per chiedere il rimborso di tutte le spese sostenute per assistere al Rock in Idrho.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*