Roma-Lazio 1-3: i biancocelesti aiutano la Juve in corsa per lo scudetto. Ecco le pagelle

Calcio

Roma-Lazio 1-3: i biancocelesti aiutano la Juve in corsa per lo scudetto. Ecco le pagelle

Roma-Lazio 1-3: i biancocelesti aiutano la Juve in corsa per lo scudetto. Ecco le pagelle
Roma-Lazio 1-3: i biancocelesti aiutano la Juve in corsa per lo scudetto. Ecco le pagelle

Rigore di De Rossi per il pareggio. Poi Basta e Keita blindano il derby, mettendo a tacere ogni dubbio per l'assegnazione dello scudetto alla Juve.

È la Lazio ad aggiudicarsi, con pieno merito, il derby della Capitale. La squadra di Inzaghi, sebbene orfana di Immobile, ha conquistato il match delle 12.30, superando la Roma per 3 a 1. Due volte Keita è andato a segno, indiscusso protagonista del match. L’ex Barcellona ha dato inizio alle marcature già al 12′. L’unico guizzo dei giallorossi è stato il pareggio su rigore inesistente concesso per un presunto fallo di Bastos su Strootman. A realizzarlo, Daniele De Rossi. Nella ripresa, il gol di Basta e, in chiusura, quello di Keita chiudono definitivamente la partita. Espulso Rudiger per un intervento spietato. La Juve, intanto, corre indisturbata verso lo scudetto.

Ecco le pagelle Roma-Lazio

ROMA

Szczesny: 6.5 – In ritardo, seppur leggero, sulla conclusione non particolarmente brillante di Keita. Nel finale, frena clamorosamente il contropiede di Felipe Anderson. Non può nulla, invece, sul terzo gol.

Rudiger: 4 – Molti gli errori in fase di appoggio.

Sembra meno solido del consueto. Nel finale, perde la trebisonda e compie un intervento assassino che gli vale il rosso.

Manolas: 6 – L’assenza di Immobile è un tappeto rosso che si srotola. Svolge il suo compito con ordine e disciplina.

Fazio: 5 – Paralizzato, in occasione del primo gol della Lazio. Orsato chiude un occhio non sanzionando il fallo da rigore dopo la brutta entrata in ritardo su Lukaku (dal 65′, Perotti: 5,5 – Entra ma non incide).

Emerson: 5 – Infilato molto ingenuamente da Keita.

De Rossi: 6 – Trasforma il rigore in un momentaneo pareggio. Peccato perda spesso i duelli con i biancocelesti (dal 72′, Totti: 5.5 – Entra in gran pompa. Sebbene sia il suo 44simo derby, ne ha giocati sicuramente di migliori).

Strootman: 3 – Cerca di simulare un contatto che non c’è, tendendo un tranello a Orsato e ai suoi assistenti. Pessimo.

Salah: 6.5 – Il più vivace dell’offensiva ma predica a vuoto.

Nainggolan: 5.5 – Lotta, ma affonda col resto della squadra.

El Shaarawy: 4 – Fiducia mal ripagata.

Tocca pochi palloni. Non lo si vede mai (dal 46′, Peres: 5.5 – Ininfluente).

Dzek:o 5.5 – Ben due le palle gol, ma entrambe vengono neutralizzate dal portiere.

LAZIO

Strakosha: 7 – Una delle migliori rivelazioni della Serie A. Due volte magistrale su Dzeko.

Bastos: 6.5 – Pulito, diligente, ineccepibile.

De Vrij: 6.5 – Elegante e puntuale. Soprattutto preciso. Regge bene Dzeko e rilancia con precisione. Esce infortunato (dal 73′, Hoedt: 6 – Si getta subito nella mischia a battagliare).

Wallace: 6 – È lui a provocare il calcio di rigore. In realtà, non l’aveva nemmeno toccato Strootman. Granitico ed efficace.

Basta: 6.5 – Indispensabile sulla fascia destra.

Parolo: 7 – Corre come un forsennato. In più, fa sudare sette camice a Szczesny. La sua è una gara coraggiosa e intelligente.

Biglia: 7 – Ispirato. I suoi piedi miracolosi generano le azioni più audaci della Lazio.

Lulic: 7.5 – Non si ferma mai. È spesso ingiustamente sottovalutato.

Ma ha di nuovo dimostrato il suo ineccepibile valore. È lui che passa a Keita la palla del definitivo 3 a 1.

Milinkovic-Savic: 7 – Qualità e quantità. Recupera un sacco di palloni sporchi.

Keita 8: – Ira di Dio, incontenibile. Mette a tacere Emerson e Fazio, vola in contropiede e chiude. Due gol e un messaggio chiaro per Lotito (dal 87’: Djordjevic sv).

Lukaku: 6 – Suo il merito di procurarsi un rigore non visto da Orsato (dal 43′, Anderson: 6 – Entra e lentamente cresce).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche