Sanremo 2015, Raf eliminato: stava male COMMENTA  

Sanremo 2015, Raf eliminato: stava male COMMENTA  

Dopo ventiquattro anni di assenza dal teatro Ariston, Raf è tornato a cantare tra i Big. Purtroppo però la sua avventura sanremese è finita ieri sera, con l’eliminazione dalla gara insieme ad altri tre colleghi. Il cantante pugliese si è esibito per tutte le sere anche se visibilmente provato e stanco, in quanto ammalato di bronchite e laringite acuta. Raf ha deciso comunque di non interrompere il Festival di Sanremo 2015 nonostante le sue condizioni di salute, ma questo evidentemente non gli è bastato per passare il turno.

Leggi anche: Compleanno Raf: compie 57 anni

L’esclusione di Raf non è stata apprezzata favorevolmente dal pubblico in sala, ci sono stati fischi tra le persone presenti in sala e commenti del pubblico virtuale sul web. Tra i colleghi cantanti che hanno voluto mostrare solidarietà a Raf c’è stata Laura Pausini, che nel suo commento ha sottolineato come cantare con la bronchite sia davvero difficile, e per questo Raf si è comportato da grande artista.

Leggi anche: La banda Baader Meinhof terrorizza Roma

Leggi anche

Finlandia: uccise a fucilate amministratrice e due giornaliste
Esteri

Finlandia: uccise a fucilate amministratrice e due giornaliste

 Tre donne: la presidente cinquantenne del consiglio comunale di Imatra, Tiina Wilén-Jappinen e due giornaliste, una trentenne l'altra sui cinquanta, sono state assassinate da un uomo. Tre donne  assassinate da un uomo solo, il 23enne Jori Lasonen, proprio all'entrata di un ristorante nel quartiere della vita notturna della cittadina meridionale di 28mila abitanti a circa 230 chilometri dalla capitale Helsinki e non lontano dal confine russo. L'uomo è un pregiudicato che nel 2013 aveva già aggredito con un pugnale alcuni passanti, uomo che è stato arrestato ed è adesso sottoposto a stringenti interrogatori. Afferma però  la portavoce della polizia, la Leggi tutto

1 Trackback & Pingback

  1. Sanremo 2015, Raf eliminato: stava male | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*