Alessia Ventura: come schiarisce i suoi capelli
Alessia Ventura: come schiarisce i suoi capelli
Style

Alessia Ventura: come schiarisce i suoi capelli

alessia ventura

Vi piacerebbe avere i capelli come la conduttrice Alessia Ventura? Ecco alcuni consigli e metodi naturali per avere dei capelli bellissimi come i suoi.

Alessia Ventura è una conduttrice televisiva, modella e showgirl italiana. Dal 2014 conduce, in sostituzione a Laura Barriales, insieme ad Amadeus e Sergio Friscia “Mezzogiorno in famiglia” su Rai 2. Sempre nello stesso anno, inoltre, ha condotto “Blu Beach: Paradise Story” insieme ad Alessia Reato. Infine dal 2015 conduce “Sapore Di Mare: Un’estate italiana”. Come sue molte colleghe dello spettacolo è diventata un’icona di stile per giovani ragazze e donne che vorrebbero imitare il suo look, dai vestiti al modo di portare i capelli. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, Alessia Ventura ha un taglio lungo molto femminile e glamour con riga centrale e colorazione nocciola chiaro, con effetto leggermente mosso e riflessi che si abbinano bene alla sua carnagione. Per quanto riguarda l’outfit, invece, la showgirl opta spesso per un look total white composto da un paio di pantaloni bianchi a zampa, una casacca di chiffon a maniche corte, un paio di sandali con plateaux ed una pochette bianca.

Come avere capelli come Alessia Ventura

Per avere i capelli come la Ventura esistono varie possibili soluzioni o metodi naturali, da poter effettuare comodamente anche a casa e senza ricorrere all’aiuto di un parrucchiere.

Gli spray schiarenti di alessia Ventura

Il metodo più immediato e semplice è l’uso di spray schiarenti.

C’è, però, da dire che questi sono i prodotti con cui è più facile fare danni e che risultano essere i più aggressivi. Infatti, l’uso sconsiderato di tali prodotti può seccare e rovinare la chioma, quindi, si consiglia di usarne in minime quantità.

L’aceto di mele: due possibili varianti

Un secondo metodo interessante e più naturale è l’aceto di mele: bisogna far bollire 2 tazze di acqua in un pentolino e aggiungere 2 cucchiai di aceto di mele, lasciare in ebollizione per 15 minuti e, dopo aver fatto raffreddare e aver effettuato uno shampoo, versare sul cuoio capelluto la miscela unita al succo di limone in un apposito erogatore spray. Un suggerimento è quello di lavare i capelli con aceto per tutte le volte che si vuole e lasciare che agisca per 10-20 minuti, poi risciacquare con acqua tiepida. L’aceto, infatti, aiuta a ripristinare il naturale pH del capelli e leviga anche le cuticole.

Bisogna ricordare, però, che con questo prodotto naturale non si può rimuovere le tinture, per cui se i capelli sono trattati chimicamente, l’effetto sarà più lieve rispetto a quello normale. Ovviamente, poi, l’aceto di mele è consigliato per ottenere toni ramati, mentre quello di vino bianco per avere riflessi biondi o schiarire i capelli. Una variante di questa soluzione sarebbe quella di mescolare 500 millilitri di aceto di mele con 250 millilitri di miele, un cucchiaio di cannella e uno di olio di oliva. Dopo aver miscelato tutti gli ingredienti, il tutto va applicato come una maschera sui capelli umidi o asciutti tramite un pettine a denti larghi o con le mani. Infine, bisogna avvolgere i capelli con una pellicola trasparente e lasciare agire tutta la notte.

Soluzioni particolari: la vodka e il prezzemolo

L’effetto alla Alessia Ventura è possibile ottenerlo anche con la vodka. La ricetta prevede di utilizzare uno spray mescolando una parte di vodka e due di seltzer.

Successivamente la miscela ottenuta va vaporizzata sui capelli prima di esporli al sole. A quanto pare, poi, anche il prezzemolo ha un potere molto efficace e si può usare per schiarire i capelli di almeno un paio di toni. Tutto quello che bisogna fare è preparare anche in questo caso un infuso, mettendo a bollire un bel ciuffo abbondante di prezzemolo fresco per circa 40 minuti in 500 millilitri d’acqua. Una volta raffreddato, si filtra e lo si usa sempre senza risciacquo dopo il normale shampoo. Per avere un effetto soffi sfacente bisogna svolgere quest’operazione 2/3 volte a settimana.

L’ “hennè biondo”

Un altro metodo che si usa comunemente è il cosiddetto “hennè biondo”: si tratta di un hennè neutro a cui vengono aggiunti elementi naturali e schiarenti come la camomilla.

Maschera con burro di Karité, uova e miele

Questa è una vera e propria maschera schiarente, tra l’altro anche molto nutritiva e benefica per la chioma, da applicare a capelli asciutti.

Bisogna versare in un piccolo contenitore o in una ciotola due noci di burro di Karité, un tuorlo d’uovo e tre cucchiai di miele. Bisogna poi mescolare gli ingredienti per bene e stendere il composto su tutta la lunghezza dei capelli, avvolgendo poi la chioma con della pellicola trasparente. Si lascia infine agire la maschera per circa un’ora e si risciacqua con acqua tiepida per procedere poi con lo shampoo.

Birra e limone

Un altro metodo per schiarire i propri capelli con semplici ingredienti è quello che prevede l’utilizzo della birra e del limone. Bisogna prendere una bottiglia di birra e lasciarla aperta per un po’ in modo che perda il suo gas. Poi si unisce il succo di due limoni e si usa il tutto versandolo sui capelli subito dopo lo shampoo e senza risciacquare. Con il limone però c’è da fare un po’ di attenzione perché, essendo molto acido, potrebbe stressare i capelli e far perdere la loro idratazione normale.

Per questo motivo, sarebbe meglio limitarne l’uso a una-due volte al mese.

Camomilla e shampoo schiarenti

Le due ultime soluzioni più blande, e che richiedono più tempo e maggiore pazienza per vedere i risultati, sono i risciacqui con la camomilla e gli shampoo schiarenti. Bisogna prendere un po’ di fiori di camomilla (anche in bustina) e metterli in infusione per circa 30 minuti preparando un infuso. Per le dosi sono necessarie 4-5 bustine per un litro d’acqua. Si possono scegliere due metodi di applicazione: con un erogatore spray da spruzzare sui capelli bagnati dopo lo shampoo oppure versando l’infuso raffreddato direttamente sulla testa sempre dopo il lavaggio. In entrambi i casi non serve risciacquo e bisogna aspettare un paio di minuti prima di asciugare regolarmente i capelli.

Acqua ossigenata

Tra i rimedi più conosciuti, insieme alla camomilla, c’è sicuramente anche quello che prevede l’uso dell’acqua ossigenata, ma si sconsiglia questo procedimento, perché troppo aggressivo per i capelli.

Se utilizzato di continuo, infatti, potrebbe rovinare la struttura dei capelli e sfibrarli, danneggiando la chioma in modo irreversibile.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche