Tour 2016, iniziano le salite: test per Contador COMMENTA  

Tour 2016, iniziano le salite: test per Contador COMMENTA  

tour 2016 alberto contador

Con la 5° tappa di oggi, il Tour 2016 trova le prime salite. I big sono vicini in classifica, a parte Contador. Per lui può essere una giornata cruciale.

La 5° tappa del Tour de France 2016 porterà i corridori da Limoges a Le Lioran. 216 km totali, con 6 salite: Cote de Saint Leonard de Noblat, quarta categoria, 1,7 km al 5,2%,  Cote du Puy Saint Mary, terza categoria, 6,8 km al 3,9%, Col de Neronne, terza categoria, 7,1 km al 3%, Pas de Peyrol, seconda categoria, 5.4 km all’8.1% (punte sopra l’11%), Col du Perthus, seconda categoria, 4,4 km al 7,9% (anche qui punte sopra l’11%), Col de Font de Cere, terza categoria, 3,3 km al 5,8%.

Contador lontano dai primi in classifica

In classifica generale, Froome, Quintana e Aru hanno lo stesso tempo. Nibali è attardato di dieci secondi, Contador di quasi cinquanta. Se la posizione di Vincenzo Nibali non desta preoccupazioni, quella dello spagnolo è invece delicata.


Contador è caduto in entrambe le prime tappe. Niente di grave, ma abbastanza per ammaccarsi spalla e fianco destri e schiacciarsi una caviglia. La tappa lenta di lunedì gli ha ridato fiato e in quella di ieri non ha avuto problemi. Il suo ritardo potrebbe ingolosire qualcuno – Froome, ad esempio – e indurlo ad attaccare. Se Contador finisse a un minuto e mezzo o due sarebbe quasi fuori dai giochi.


Il britannico del Team Sky, inoltre, potrebbe decidere di attaccare già oggi per prendersi la maglia gialla e restare in difesa da qui fino alla fine del Tour.

Passasse indenne i Pirenei, potrebbe puntare tutto sul Mont Ventoux (dove fu strepitoso nel 2013) e affrontare le Alpi con un buon margine. Più improbabile che possa attaccare Quintana, che finora ha cercato di rendersi invisibile contornandosi di compagni di squadra.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*