I cacciatori di fantasmi cercano lo spettro di Cavour
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
I cacciatori di fantasmi cercano lo spettro di Cavour
Lifestyle

I cacciatori di fantasmi cercano lo spettro di Cavour

Cavour

Arrivano i Ghostbusters nel centro di Torino: i cacciatori di fantasmi sono sulle tracce dello spettro di Cavour. Molti gli avvistamenti.

Gli avvistamenti

Siamo a Torino, nella piazza antistante il municipio. La piazza ha un bel colonnato ed è quasi totalmente occupata dall’imponente edificio del municipio. Proprio lì, su quel selciato, diverse persone hanno visto passeggiare un fantasma: era il fu Camillo Benso Conte di Cavour. C’è chi l’ha visto impalpabile, come etichetta di spettri vuole, e chi lo ha visto in maniera più corporea, ma non c’è dubbio fosse lui. Ben 16 avvistamenti dello stesso spettro, tutti nello stesso luogo. Il fantasma svolge sempre la stessa attività: passeggia, fa due chiacchiere coi passanti e se ne va. Sì, perché così come in vita era dispensatore di perle politiche, pare gli sia rimasta la stessa attitudine da morto. Cavour (o meglio il suo fantasma) ha fatto una predizione sul futuro politico italiano: un capo del governo donna.

Arrivano i Ghostbusters

Quando il caso è diventato sempre più interessante e il numero di avvistamenti è diventato cospicuo, sono stati chiamati i rinforzi per far luce sul mistero.

Sono intervenuti gli operatori del National Ghost Uncover: un gruppo di pseudo scienziati che con strane apparecchiature provano a cercare segni di vita paranormale. Col camice bianco e carichi di macchinari ronzanti, i tre Ghostbusters battono palmo a palmo la piazza, in cerca di qualche indizio, ma nulla di fatto. Al momento si basano sulle testimonianze raccolte (14 riportate volontariamente, 2 non confermate) e su un prezioso oggetto smarrito dal fantasma. In una delle sue apparizioni, infatti, pare che il conte abbia attraversato una delle colonne per entrare in municipio e ciò gli abbia fatto cadere in terra due monete. Una non è stata mostrata in giro, ma l’altra sì: è una moneta originale del 1849, della Repubblica Romana.

La profezia

Si faceva cenno prima alla profezia. La conversazione più interessante tenuta da Cavour con uno degli avvistatori ha fruttato una predizione. Pare che Cavour abbia previsto per l’Italia un capo del governo donna e sua conterranea.

Non apparteniamo a nessuna corrente politica“, specifica il capo dei National Ghost Uncover. Si potrebbe pensare, infatti, che qualcuno abbia interesse a mettere nella defunta bocca dello spettro di Cavour queste parole per portare avanti una balzana campagna elettorale a favore dell’attuale sindaco di Torino Chiara Appendino. Se ci si vuole affidare a quanto detto da Dante nel X canto dell’Inferno, i defunti non possono vedere il presente, ma vedono chiaramente il passato e il futuro. Se davvero Cavour, che in vita era miope, ha acquisito questa nuova vista a lungo raggio lo scopriremo solo con l’avverarsi della sua profezia.

Alla ricerca del fantasma

Di solito i fantasmi appartengono alle credenze popolari, alle storie da raccontare ai bambini per farli spaventare. C’è gente però, cresciuta e vaccinata, che continua a crederci e non vuole farlo solo per fede (con casi in cui può finire male. Vedi “Torino: stupri durante sedute spiritiche. Tre sono i complici“). I National Ghost Uncover appartengono a questa categoria e, proprio per cercare qualche prova che avvalori le loro tesi, sono in giro per tutta Italia nei luoghi reputati infestati. Il gruppo è eterogeneo, formato anche da ex militari, ex professori universitari, e vengono a loro volta contattati da un’umanità multiforme. Molte segnalazioni riguardano personaggi famosi (ovviamente già passati a miglior vita) avvistati in giro, ma non mancano segnalazioni di fantasmi poco noti. “Non diamo per scontato che siano fantasmi. Anzi, diciamo che sono fenomeni da studiare.” Chissà se dalle loro ricerche non salterà fuori che quello in giro per Torino era davvero Cavour.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche