> > Carol Maltesi, l'ultimo video prima della morte chiesto dall'imputato

Carol Maltesi, l'ultimo video prima della morte chiesto dall'imputato

Carol Maltesi

Carol Maltesi, l'ultimo video prima della morte chiesto dall'imputato per l'omicidio della 26enne di Rescaldina in provincia di Milano fatta a pezzi

Per la brutale uccisione di Carol Maltesi, la 26enne di Rescaldina in provincia di Milano fatta a pezzi, spunta l’ultimo video prima della morte, e quel video sarebbe stato chiesto dall’imputato, non da un sedicente cliente di OnlyFans.

Nel processo per omicidio a Davide Fontana ha deposto un carabiniere che ha spiegato cosa successe su OnlyFans e che l’imputato creò un profilo fake con cui chiedere alla vittima un video. 

Carol Maltesi, l’ultimo video prima della morte

In buona sostanza il presunto cliente che avrebbe chiesto tramite quel social la realizzazione dell’ultimo video di Carol Maltesi non è mai esistito. Fu lo stesso 40enne Davide Fontana, che con Carol ebbe una breve relazione, a creare un “profilo fake per avanzare la richiesta dal contenuto sessuale particolarmente violento”.

In Tribunale a Busto Arsizio questo particolare agghiacciante è merso con la testimonianza delmaresciallo maggiore Matteo Lorandini, in servizio al Nucleo operativo della compagnia carabinieri di Breno, in provincia di Brescia. 

La nuova vita con un nuovo fidanzato

Lì i poveri resti di Carol vennero trovati. Il carabiniere ha anche spiegato alla corte che dopo gli esami effettuati su cellulari e pc acquisiti durante le indagini, Maltesi dopo quell’ultimo video avrebbe lasciato Rescaldina “per raggiungere il nuovo fidanzato per costruirsi una nuova vita”.

Non fece in tempo.