Allo stadio in carrozzina, poi si alza e siede in tribuna
Allo stadio in carrozzina, poi si alza e siede in tribuna
Sport

Allo stadio in carrozzina, poi si alza e siede in tribuna

carrozzina

Un tifoso è giunto allo stadio del Foggia in carrozzina per poi alzarsi miracolosamente. Il Foggia Calcio intende denunciare il falso invalido

Grave episodio nello stadio del Foggia a Bari. Un tifoso si è recato in carrozzina alla partita. Una volta entrato nello stadio, ad un certo punto si è alzato. Il miracoloso evento è stato filmato, ed il video è diventato virale. Il Foggia Calcio ha diffuso una nota in cui condanna il gesto del tifoso falso invalido, ed afferma anche l’intenzione di denunciare e rintracciare la persona. L’uomo, giungendo in carrozzina, ha goduto dell’accesso che è invece riservato ai disabili.

Uomo in carrozzina si alza

Un vero e proprio miracolo è avvenuto nello stadio comunale Pino Zaccaria, dove è di casa il Foggia Calcio. Un uomo è giunto per assistere alla partita in carrozzina. Ha potuto usufruire dell’accesso riservato ai disabili. Successivamente, però, sotto gli occhi di tutti, l’uomo si è alzato dalla carrozzina, per poi sedersi in tribuna. Il miracoloso evento è stato immortalato in un video. Il breve filmato è diventato in poco tempo virale, ed è stato molto condiviso sui social, stimolando vari commenti di indignazione.

Il Foggia Calcio ha dichiarato in una nota che “oltre a condannare vivamente l’episodio, che appare estremamente offensivo verso quelle persone che vivono quotidianamente la vera disabilità, percorrerà tutte le strade possibili per individuare e denunciare la persona che si è resa protagonista di questo inqualificabile gesto”. Non si può non condividere la presa di posizione e le motivazioni del Foggia Calcio. L’autore di questo gesto si è senza dubbio trattato di un disonesto. Incredibile, tuttavia, come si sia fatto scoprire in questa maniera così facile e stupida. Sarebbe bastato rimanere seduto sulla carrozzina. Chissà in quali e quante altre occasioni l’uomo ha dato sfoggio della sua disonestà. Purtroppo, quella di fingersi invalidi per ottenere dei favori non è esattamente un’eccezione nel nostro Paese.

Precedenti

Lo scorso 8 marzo, la Guardia di Finanza di Locri ha scoperto un altro falso invalido, che riceveva, illegittimamente, 100mila euro. I finanzieri, grazie alle proprie indagini supportate da numerosi riscontri come appostamenti e videoriprese, hanno potuto scoprire che l’uomo era in realtà autonomo fisicamente.

Infatti, non aveva alcun reale fisico. Pertanto, è nella capacità di svolgere qualsiasi normale attività senza bisogno di nessun aiuto. Tanto meno la pensione di invalidità, ottenuta in seguito ad una visita medica della Commissione Invalidi Civili che lo aveva valutato “invalido con totale e permanente inabilità lavorativa (100%) e con necessità di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita”.
Da testimoni e da ripreso video, l’uomo è stato visto mentre compiva, senza nessuna difficoltà, compere al mercato, trasporti di bidoni colmi d’acqua, guide di un mezzo agricolo.

A gennaio scorso, invece, sempre grazie alla Guardia di Finanza, è stato scoperto a Lecce un altro falso invalido. L’uomo, nono solo riceveva indebitamente la pensione d’invalidità civile con indennità di accompagnamento e beneficiava di prestazioni sociali agevolate. A soli 20 giorni dalla morte della madre, aveva presentato un’altra richiesta per ottenere pure la pensione di reversibilità.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche