×

Chiude “Due uomini e mezzo”. Charlie Sheen drogato fa causa alla Warner per 100milioni

default featured image 3 1200x900 768x576
charlie sheen

Charlie Sheen è uno degli attori più pagati di Hollywood e la sit com “Due uomini e mezzo” in cui recita da protagonista è un vero e proprio cult acchiappa ascolti dall’altra parte dell’oceano.
Adesso però rileggete questa frase con i verbi al passato perchè il telefilm chiude, Charlie Sheen pure (chiude con la Warner).
L’attore americano più volte trovato in possesso di droga è stato richiamato per l’ennesima volta ma Sheen, invece di cospargersi il capo di cenere e ficcarsi nella prima rehab lusso di Los Angeles, si è lasciato andare a una valanga di insulti verso Chuck Lore, produttore della serie.

Infuriato l’amico Charlie che ha richiamato all’appello il suo team di avvocati e ha lanciato alla Warner una causa da 100 milioni di dollari. Secondo i legali sarebbe immorale e fuorilegge licenziare un attore che si trova in una situazione psico fisica problematica e inoltre, le accuse di Sheen al produttore sarebbero arrivate dopo la lettera di licenziamento.

Gli avvocati dell’attore sono stati lapidari verso il producer della serie: “Chuck Lorre, uno degli uomini più ricchi della televisione che vale milioni di dollari, crede di essere così benestante e potente da decidere in maniera unilaterale di non pagare più il cast della serie “Due uomini e mezzo” solo perché spinto dal suo ego e interesse, facendo diventare la star della serie, l’agnello sacrificale”.

Chi la spunterà?


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora