×

Cosa resta della stagione del Napoli: rimpianti e delusioni

Con la partenza di Gattuso sulla panchina del Napoli è giunto Spalletti, che porterà aria di novità e magari un posto in Champions per la stagione 2022-2023.

stagione del napoli

Il 23 maggio del 2021 è una data che non dimenticherai tanto facilmente. Quel pareggio contro l’Hellas Verona all’ultima di campionato infatti ha segnato il destino della prossima stagione. No Champions League ma solo un misero quinto posto che significa per l’ennesimo anno Europa League.

Cosa non ha funzionato nella squadra

In primo luogo puoi considerare il fatto che Gattuso già a metà campionato era consapevole del fatto che in qualunque caso sarebbe partito a fine stagione. Nonostante non ci siano mai stati screzi tra l’allenatore e la società quest’ultima aveva già preso l’amara decisione di dover cambiare aria nello spogliatoio. Questo sicuramente è stato un fattore determinante che poi alla fine ha portato al tracollo dei partenopei come hai potuto vedere dai risultati.

In secondo piano passa anche quella che è la responsabilità dei giocatori. Un inizio di stagione abbastanza deludente in campionato sembrava già sbarrato la via per i 4 posti in cima alla classifica. In Europa però il Napoli sembrava avere il piglio giusto in quanto sono riusciti ad agguantare un primo posto in un girone comunque abbastanza abbordabile. La sconfitta nei sedicesimi contro il Granada però è stato abbastanza deludente.

Per il finale di stagione comunque il Napoli si considerava avvantaggiato per il fatto di potersi concentrate interamente sul campionato. I risultati però non sono arrivati subito ed in modo costante. Soltanto sul finale di stagione i partenopei si sono aggiudicati abbastanza punti da poter essere quasi sicuri di agguantare il quarto posto. Infatti la vittoria contro la Juventus di quella fatidica partita che era già stata persa a tavolino è stata riscritta portando 3 punti importantissimi al Napoli. Poi però è arrivata la grande delusione ovvero quel pareggio quasi insensato contro il Verona. Una partita che sulla carta era la più facile rispetto a quelle dei diretti concorrenti per i posti in Champions.

Qualcosa però è andato storto ed errori in situazioni banali e poca lucidità abbinati ad un Verona spumeggiante hanno negato il quarto posto agli azzurri.

Il conto in rosso parla chiaro

Come tutte le squadre di Serie A anche il Napoli ha avuto un contraccolpo enorme per via dell’emergenza Covid. Ben 100 milioni stimati di perdita ai quali però si aggiungono i 50-60 milioni “persi” per non essere giunti quarti in cliassifica. Tutto ciò significa -35 milioni nel bilancio.

Nonostante ciò nel calcio come nella vita sarai sicuramente abituato a vedere cicli che finiscono ma altri che incominciano. Con la partenza di Gattuso sulla panchina del Napoli è giunto Spalletti il quale sicuramente porterà aria di novità. Si punterà il prossimo anno a qualcosa di più come magari un posto in Champions per la stagione 2022-2023 che in realtà il Napoli meritava già di conquistarla in questa appena terminata.

Contents.media
Ultima ora