×

Silvia Romano, Maria Giovanna Maglie: “Questo è aiutarli a casa loro?”

Sulla liberazione di Silvia Romano è intervenuta anche la saggista Maria Giovanna Maglie che non digerisce la notizia del presunto riscatto.

maria-giovanna-maglie-silvia-romano
Maria Giovanna Maglie commenta la liberazione di Silvia Romano

Sulla liberazione di Silvia Romano è intervenuta anche la saggista Maria Giovanna Maglie che non digerisce la notizia del presunto riscatto pari a 4 milioni di dollari. Secondo l’opinionista, infatti, il Governo Conte così agendo non fa altro che contribuire alla macchina propagandistica del fondamentalismo islamico.

Ed è per questo che Maria Giovanna Maglie punta il dito sulla trattativa che ha portato alla liberazione, dopo 18 mesi di prigionia, di Silvia Romano, giovane cooperante milanese rapita in Kenya dai jihadisti somali di Al Shabaab. Per riportarla a casa il governo avrebbe acconsentito al pagamento di un riscatto di 4 milioni di dollari. Una somma che non è passata inosservata in rete e fonte di acceso dibattito.

Maria Giovanna Maglie su Silvia Romano

Sulla liberazione di Silvia Romano è stato scontro a suon di cinguettii su Twitter tra Guido Crosetto, fondatore di Fratelli di Italia, e appunto Maria Giovanna Maglie. Il primo ha fatto notare che dal centro-destra è sempre emerso il mantra del “aiutiamoli a casa loro”. E per questo Crosetto ha specificato: “Scusate, ma se diciamo, convinti, che vanno aiutati a casa loro, vanno fatte crescere le loro economie, che l’emigrazione uccide l’Africa etc.

etc. che senso ha insultare una ragazza che è andata ad aiutarli a casa loro? Certamente non pensava di essere rapita e venduta”.

Un’affermazione che non è piaciuta alla Maglie. La saggista, dopo aver visto come è rientrata in Italia Silvia Romano, ha risposto con un cinguettio a Crosetto: “E convertita, e restituita a caro prezzo a miracol dell’Islam mostrare? Aiutarli a casa loro vuol dire pagargli €uro 4milioni per avere in cambio una macchina di propaganda loro?”. Prima ancora, Maria Giovanna Maglie scriveva: “Ogni persona sottratta ai banditi islamici è una vittoria anche se pagata a caro prezzo. Mi sarei aspettata un cambio d’abito urgente per la dignità dopo tanta umiliazione. Se il travestimento fa parte dell’accordo, questo ulteriore cedimento all’Islam fa orrore”.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora