×

Coronavirus, Ricciardi: “Rischiamo 16.000 casi al giorno”

Condividi su Facebook

"Abbiamo sette armi per evitare di superare il record di contagi" afferma Ricciardi

Ricciardi lancia l'allarme sull'impennata di contagi Covid-19

Il consigliere per il Ministro della Salute Walter Ricciardi lancia l’allarme (“Se non ci muoviamo per tempo rischiamo un picco di contagi”) ed elenca le armi che abbiamo per invertire la tendenza al rialzo dei casi positivi al Covid-19 nel nostro paese.

Walter Ricciardi: rischio 16.000 casi al giorno a dicembre

“Se non ci muoviamo, c’è il rischio di arrivare a 16mila casi al giorno“. A lanciare l’allarme è Walter Ricciardi – consigliere del ministro della Salute per l’emergenza Covid-19 e ordinario di Igiene generale e applicata alla Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica di Roma – in un’intervista all’adnkronos salute.

Il Professore si riferisce all’aumento dei casi positivi registrato nel nostro paese negli ultimi giorni e che nella giornata dell’8 ottobre ha superato i 4.000 contagi

La preoccupazione di tutti è ovviamente proiettata verso una possibile impennata di nuovi casi di Covid-19 in vista dei mesi invernali.

Le armi per evitarlo

Tuttavia, il consigliere del Ministro ha anche affermato che tutti noi abbiamo sette armi per evitarlo: “distanza, mascherine, igiene delle mani, l’App Immuni, vaccino antinfluenzale, rafforzamento di terapie subintensive e pronto soccorso, e più test e tracciamento con i dipartimenti di prevenzione

Il virus resiste sulle mani fino a nove ore

In seguito all’introduzione dell’obblico di indossare la mascherina anche all’aperto, recentemente l’attenzione sembra essersi spostata unicamente su questo tipo di dispositivi di protezione individuale, forse trascurando l’importanza dell’igiene delle mani, mentre un recente studio ha evidenziato come il Covid-19 possa resistere fino a nove ore sulla superficie della pelle.

Classe 1971, nata a Roma, lavora come inviata e redattrice presso ArtsLife.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Vera Monti

Classe 1971, nata a Roma, lavora come inviata e redattrice presso ArtsLife.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.