×

Corea, scoperto allevamento degli orrori: cani cannibali

Un allevamento degli orrori è stato scoperto a pochi chilometri da Seul, la capitale della Corea del sud. Liberati circa cento cani.

Cani

A Gimpo, a pochi chilometri da Seul, capitale della Corea del sud, è stato scoperto quello un vero e proprio allevamento degli orrori. Circa cento cani sono stati liberati dall’attività criminale di cui erano vittime. Le povere bestie erano costrette a vivere in condizioni pietose ed erano addirittura costrette a mangiare le carcasse dei loro simili deceduti giorni prima.

È stata l’associazione coreana Life, in collaborazione con Humane Society International, a salvare gli animali da tale contesto aberrante.

Allevamento degli orrori in Corea del sud

Scoperto allevamento degli orrori a Gimpo, in Corea del sud. Decine di cani di diverse razze erano costretti a vivere in gabbie molto strette, in mezzo alla sporcizia e malnutriti. L’attività illecita è stata rilevata all’interno di una fattoria del luogo. Liberati, i cani stanno ora ricevendo le prime cure.

Secondo i media canadesi, immediatamente dopo la liberazione, gli animali sono stati portati a Montreal, dove potranno essere adottati da famiglie che si prenderanno cura di essi.

Come adottare i cani

Come reso noto dall’HSI i cani liberati dall’allevamento degli orrori potranno essere adottati accedendo semplicemente al portale dell’associazione. Una volta entrati sarà possibile trovare i link delle strutture ospitanti gli animali in difficoltà provenienti da tutto il mondo.

Riguardo all’attività illegale di Gimpo, Nara Kim di HSI ha fatto sapere, tramite alcune dichiarazioni riportate da Leggo: “Ho salvato migliaia di cani da molti allevamenti di cani in Corea del Sud, ma questo posto era un inferno”.

Contents.media
Ultima ora