×

Il mood “Surreale” di J-Ax: “Con i no-Vax non discuto più, li invito solo ad uscire dalla mia vita”

Il mood "Surreale"di J-Ax: "Con i no-Vax non discuto più, li invito solo ad uscire dalla mia vita, prima di avere il covid dicevo che bisognava parlarci"

J-Ax: Esce "Surreale", il suo nuovo lavoro

Il mood di J-Ax è quello che il rapper ha voluto che passasse in una sua intervista al Fatto Quotidiano Magazine, intervista che gha fatto il paio con l’uscita di “Surreale”, il suo nuovo lavoro discografico: “Con i no-Vax non discuto più, li invito solo ad uscire dalla mia vita”.

Il musicista ha colto l’occasione non solo per parlare delle nuove “chicche” in play list del nuovo album come “Canzone country” in collaborazione con Federica Abbate e “Un Tera di felicità” con Ermel Meta, ma ha anche rispolverato la sua verve mai sopita di fustigatore di no va x e di costumi socialmente “sbilanchi” in genere. 

J-Ax lancia il suo ultimo disco e spiega: “Con i no-Vax non discuto più”

E proprio dal tema no vax ha voluto ribadire che sull’argomento ha fatto un “salto di casella”, in che senso? “Prima di avere il Covid dicevo che con questa gente bisognava parlare per convincerli. Ora ai no-Vax, fossero anche mie fan, dico solo di uscire dalla mia vita. Ho visto il pericolo da vicino con il rischio che mio figlio rimanesse orfano. Non ho più voglia di discutere con i negazionisti e i no-vax che mi scrivono ‘ma quanto ti pagano per aver fatto lo spot istituzionale a favore del vaccino?’ Spot che peraltro abbiamo fatto tutti gratis”.

Più chiaro di così insomma J-Ax non poteva essere

Durissimo J-Ax: “Con i no-Vax non discuto più” e a proposito di Fedez-Salmo…

E sul tema Fedez-Salmo avente come sfondo il concerto “avventato” ed in presunzione di illegalità il rapper ha detto: “Non ho scritto né detto nulla perché ho condiviso tutto quello che ha espresso Fedez sul tema concerti e sicurezza in merito ai fatti di Olbia.

Nel merito, invece, del litigio tra i due non entro. Salmo lo rispetto tantissimo ed è molto bravo, posso comprendere la sua rabbia perché effettivamente il nostro settore è stato trattato con superficialità sul tema capienze”. 

Le critiche allo Stato di J-Ax sui concerti: “Con i no-Vax non discuto più” 

Poi l’affondo: “Lo Stato ha trattato con superficialità l’argomento dei Live. Quando Salmo ha scritto ‘al di fuori del recinto fanno quel che cazzo che gli pare’, aveva ragione. Ma la rabbia spesso guida verso scelte sbagliate ed è esattamente quello che poi è successo con quel live improvvisato. Noi dobbiamo essere d’esempio alla gente e trasmettere un senso di responsabilità”. Proprio sul tema dei concerti e dello Stato che non ha preso la questione molto sul serio J Ax ha voluto essere incalzante e più chiaro: “La nostra categoria non crea empatia nella popolazione. La fondamentale verità è che per la maggior parte degli italiani il nostro è un ‘non lavoro’ e molti credono che siamo sempre in vacanza. Nessuno vede che dietro c’è tanta disciplina e tanto lavoro”. 

Il Green Pass secondo J-Ax: “Con i no-Vax non discuto più, il GP è utile ,ma nel dubbio io ho annullato un concerto”

“Di conseguenza la politica, che cerca di cavalcare il proprio elettorale, non pone come priorità il tema culturale e, non a caso, i nostri temi sono sempre trattati per ultimi”. La chiosa è stata sul Green Pass utile o meno per i concerti: “Per chi vuole farli subito sì. Ma io voglio avere la coscienza pulita. Non a caso ho annullato il concerto al Forum del 20 giugno. Ho vissuto il Covid, ho avvertito il pericolo… Quindi, per quello che mi riguarda, non torno in tour fino a quando non sarò sicuro che non si ammali più nessuno”. 

Contents.media
Ultima ora