Immagini vintage: perché ci piacciono
Immagini vintage: perché ci piacciono
Donna

Immagini vintage: perché ci piacciono

IMMAGINE VINTAGE.
IMMAGINE VINTAGE.

Che cosa significa la parola “Vintage”? Perchè il vintage è bello? Scopriamo insieme per quale motivo ci piacciono le immagini e lo stile vintage.

Vintage” è una parola di origine francese (Vendenge) e dal latino (Vindēmia) che indica in modo molto generico tutti i vini pregiati d’annata. Questo termine è stato poi ripreso nella moda e nella fotografia e utilizzato come aggettivo per definire tutti quelli oggetti o capi di vestiario di qualità che sono stati utilizzati o prodotti con almeno vent’anni di distanza dai nostri giorni. La moda del vintage sta spopolando sempre di più nella nostra società e gli oggetti o vestiti antichi stanno acquistando sempre più valore fino a diventare pezzi ricercatissimi a prezzi esorbitanti.

Nel mondo della fotografia il vintage porta tantissimi richiami. Nel nuovo millennio siamo stufi di smartphone e fotografie sempre più digitali e si cerca un nuovo tipo di fotografia da richiami passati come le immagini che producevano le nostre care e amatissime Polaroid.

Il vintage si fa spazio anche nelle applicazioni.

Se con Instagram i filtri hanno portato tutti i follower a divertirsi modificando le immagini con sfumature d’ispirazione vintage, l’attore Tom Hanks ha prodotto un’app per iPad dal nome “Hanx Writer“. Hanks Writer non è altro che una tastiera per il proprio tablet ma con la particolarità di essere uguale alla tastiera della macchina da scrivere Olivetti.

Il vintage sta spopolando sempre di più grazie ai richiami del passato che ci fanno ritrovare la nostra infanzia perduta e ritrovare tutti quelli oggetti e abiti che ci hanno fatto compagnia durante la nostra gioventù. Il vintage inoltre porta con se un messaggio molto importante, ovvero quello del riciclo. “Riciclare è bello” è il messaggio che il vintage porta con se e lo si può utilizzare sia nel design, nella fotografia ma soprattutto nella moda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche