Insalata russa vegan: cosa mettere
Insalata russa vegan: cosa mettere
Cucina

Insalata russa vegan: cosa mettere

insalata russa

Cucina Vegan: Scopri come si prepara l'insalata russa senza uova e con poco olio extra vergine d'oliva, solo ortaggi e latte di soia.

Il Natale si sta avvicinando e uno dei piatti tipici di questo periodo è l’insalata russa. I piatti vegan stanno spopolando sempre di più nella cucina italiana ed europea. Sono infatti sempre di più le persone che decidono di intraprendere questa nuova filosofia di alimentazione. Anche l’insalata russa, come molti altri piatti, può essere trasformata in un squisito piatto vegan.

Insalata russa

L’insalata russa è l’antipasto più appetitoso e consumato sulle tavole bandite delle festività natalizie: si tratta di un piatto tipico e gourmet della tradizione enogastronomica russa che viene cucinata con ricette creative personalizzate in cui ognuno è libero di scegliere gli ingredienti dalle verdure ai gamberetti e tonno. Specialmente nel periodo natalizio questo prodotto si trova ovunque: ristoranti, rosticcerie, gastronomi e supermercati. La chiave della bontà dell’insalata russa è però la sua freschezza e quindi è sempre consigliato, se possibile, prepararla in casa. In questo modo si sarà sicuri di utilizzare prodotti e verdure di assoluta freschezza che renderanno questo piatto ancora più gustoso.

Quando si pensa all’insalata russa la prima cosa che viene alla mente è sicuramente la maionese.

Questa salsa infatti, ottenuta unendo rosso d’uovo olio e limone, fa da padrona e da base alla preparazione di questo gustosissimo antipasto. Proprio per questo ingrediente, i vegani spesso si privano di consumare una prelibatezza così unica e ricercata. Niente problema o timore, anche per chi consuma piatti culinari vegani, sicuramente può non farsi mancare questo antipasto natalizio.

Come farla vegan

Proprio in virtù dell’aumento del numero di persone che seguono una dieta vegana la maggior parte dei piatti sono stati trasformati anche in vegan. Ecco come cucinare l’insalata russa con la maionese vegan senza uova ed a ridotto contenuto di olio d’oliva per renderla ipocalorica e povera di grassi. Il latte di soia è sicuramente l’alimento adatto come surrogato delle uova per conferire cremosità e morbidezza alla salsa.

Occorre procurarsi il latte di soia al naturale senza aggiunta di zuccheri, olio entra vergine d’oliva, sale. A questo punto bisogna prendere verdure di ogni tipo.

Ideali sono patate, carote, piselli, cetrioli, zucchini, cipolla, zucca, pomodoro), limone. Come prima cosa bisogna tagliare tutti gli ortaggi che volete inserire all’interno della maionese vegana per renderla gustosa. Bisogna quindi farli bollire in acqua bollente e scolarli i una volta cotti.

Procuratevi un frullatore, versatevi nel recipiente il latte di soia, mezzo limone, un pizzico di sale, pepe nero e un filo di olio extra vergine d’oliva. Una volta inseriti procedete a velocità massima per ottenere un composto omogeneo, sodo e cremoso. Versate questa crema liscia in un contenitore di vetro, aggiungetevi le verdure che avete tagliato e bollito, mescolate amalgamando bene il tutto, procedete con l’inserimento nel frigorifero del contenitore per raffreddare il composto per almeno 2 ore prima di procedere al consumo.

Un consiglio utile è quello di consumare l’insalata russa vegana non troppo fredda. Si può usare per insaporire i secondi di carne, di pesce oppure le vostre insalate.

Oppure ancora per insaporire le verdure grigliate o al vapore o per preparare gustose piadine vegane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche