×

Coronavirus, l’appello di Ryan Reynolds: “Spero non uccidiate mia mamma”

Condividi su Facebook

L'appello ironico di Ryan Reynolds: l'attore si è rivolto ai più giovani, chiedendo loro di non abbassare la guardia difronte al Coronavirus.

coronavirus ryan reynolds
coronavirus ryan reynolds

Ryan Reynolds si è rivolto ai giovani con un ironico appello social dove li ha invitati a non abbassare la guardia ora che il numero dei contagi per Coronavirus sta di nuovo aumentando.

Ryan Reynolds: l’appello per il Coronavirus

“Non sono sicuro che le persone desiderino consigli medici da uno come me, a meno che non si tratti di chirurgia plastica.

Perché, seppur molte persone non lo sappiano, io ero Hugh Jackman”, ha dichiarato Ryan Reynolds nel suo appello video ai più giovani. Il famoso attore sposato con Blake Lively ha invitato tutti a non abbassare la guardia rispetto all’emergenza Coronavirus e ha usato toni ironici (trattandosi di un messaggio rivolto alla popolazione più giovane). L’attore ha anche ironizzato sul fatto che a rischiare di più a causa della pandemia sarebbero le fasce più fragili, come gli anziani.

L’attore ha tirato in ballo anche sua madre: “(…) In Columbia Britannica avete gli anziani più cool del pianeta. Ad esempio c’è l’ambientalista David Suzuki. E c’è pure mia madre, che non vuole restare rinchiusa nel suo appartamento tutto il giorno. La mia speranza, quindi, è che i giovani della Columbia Britannica non uccidano mia mamma”, ha dichiarato l’attore.

Nei giorni scorsi Reynolds non è stata l’unica celebrità a invitare tutti ad usare prudenza: come lui anche la diva Sharon Stone ha intimato ai fan di usare le mascherine protettive.

La sorella dell’attrice, già affetta da lupus, si trova in ospedale dopo che ha contratto Covid-19 e potrebbe rischiare la vita visto che il suo sistema immunitario è già fortemente compromesso.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.