×

Angelo Cattivelli, il suo brano: “La scuola è luogo di incontro e scambio”

#SenzaScuola è un brano rap realizzato da Angelo Cattivelli, 12enne che con i Teen Guys ha espresso la voglia di tornare in classe con i compagni.

Angelo Cattivelli #SenzaScuola
Angelo Cattivelli #SenzaScuola

È proprio vero che senza scuola non c’è futuro. Una schiera innumerevole di giovani potenziali talenti, le cui capacità restano forse inesplorate e non valorizzate. Come formare uno studente senza la scuola? Come garantirgli un futuro senza sicurezze nel presente? In che modo potrà crescere un giovane alunno senza garanzie di un buon insegnamento? Se è vero, com’è vero, che i giovani di oggi sono il futuro di domani, per loro mancano certezze.

Una di queste, ai tempi dell’emergenza coronavirus, è proprio la scuola. Interrotta la didattica a causa della pandemia, poi ripresa a singhiozzo prima di essere nuovamente fermata, gli studenti hanno dovuto adattarsi a nuove modalità. La didattica a distanza, tuttavia, ha comportato non pochi problemi: pc e tablet mancanti, famiglie senza connessione a internet e ore scolastiche dimezzate. Intanto gli studenti italiani si preparano a tornare sui banchi di scuola: la ripartenza è prevista per il prossimo 7 gennaio, ma i dubbi a riguardo sono ancora numerosi.

Lo sa bene Angelo Cattivelli, che con Sgamo ha scritto il brano #SenzaScuola, già disponibile su tutte le piattaforme. Angelo con Caterina Quarantotto, Rosario Marino, Arianna Curti e Nicolò Caserta (I Teen Guys della Teen Social Radio) risponde alle incertezze del momento con tutta la leggerezza e l’ironia dei loro dodici anni, dimostrando di avere le idee chiare e una forza comunicativa che non può lasciare indifferenti. Si tratta di un brano rap, in cui, senza esitazioni, sottolineano l’importanza della scuola e rivendicano l’esigenza di tornare in classe.

Al valore dell’insegnamenti aggiungono il carattere sociale della scuola, che è “luogo di incontro e di scambio”. Inizialmente, come tutti gli studenti, esultavano per una “vacanza” prolungata e inaspettata. Oggi però, se ne scoprono “orfani”.

Angelo Cattivelli #SenzaScuola

Angelo Cattivelli presenta #SenzaScuola

“Questa canzone racconta la difficoltà di stare in casa e la voglia di tornare a scuola. Quella scuola che credevamo essere la nostra prigione, che ognuno di noi ha cercato di “saltare“ almeno una volta, oggi scopriamo essere la nostra “piazza”, una piazza dove incontrarci e non sentirsi soli”, ha dichiarato il giovane Angelo Cattivelli, che con una maturità non comune (soprattutto per un dodicenne), sottolinea il valore della scuola e il desiderio di tornarci. È da un sentimento condiviso che nasce il brano proposto da Angelo e i Teen Guys.

La scuola è luogo di crescita, di confronto e scontro, apprendimento e incontro. Le loro parole, così dirette e sincere, colpiscono e fanno riflettere.

Angelo Cattivelli #SenzaScuola

La loro richiesta, pronunciata forte e chiara, arriva a chi ha orecchie per intendere. Una bella lezione, ancora più speciale perché arriva da ragazzini adolescenti, giù in grado di dimostrare la loro tenacia e la grinta che li caratterizza.

Angelo Cattivelli #SenzaScuola

Angelo Cattivelli con l’aiuto di Simone Gatti, in arte Sgamo, ha messo in musica questa pagina di storia, offrendo la sua testimonianza diretta su ciò che sta accadendo al mondo della scuola. Il punto di vista interno spinge l’ascoltatore a immedesimarsi in parole e sensazioni di uno studente, capaci di arricchire e valorizzare la canzone.

Contents.media
Ultima ora