×

Maco Festival, da La Rappresentante di Lista a Ernia: le date e gli ospiti

La musica riparte sul prestigioso palco alle spalle degli storici templi, dove si esibiranno live grandi artisti in occasione del Maco Festival.

Maco Festival

Il Festival si svolgerà nel totale rispetto delle normative anti-Covid vigenti e in uno spazio completamente nuovo mostrerà una veste tutta rinnovata. La rassegna musicale, tra gli eventi live più longevi e apprezzati in Italia, ospiterà sul prestigioso palco grandi ospiti pronti a far cantare a squarciagola i propri fan.

Gli artisti avranno l’onore e il privilegio di esibirsi nel cuore di un paesaggio di rara e suggestiva bellezza, alle spalle degli storici templi. In occasione del Maco Festival, i cantanti si esibiranno sul palco della Clouds Arena di Paestum, in provincia di Salerno, e sono già pronti a regalare emozioni e grandi sorprese ai propri ascoltatori. Con il progetto gli organizzatori cercano di risollevare uno dei settori più colpiti nell’ultimo anno a causa dell’emergenza coronavirus.

Forte dell’identità musicale, culturale, istituzionale e sociale acquisita nel tempo, l’evento si conferma anche un importante strumento di promozione turistica, valorizzando uno spazio mozzafiato e senza tempo, situato a pochi passi dal sito archeologico di fama internazionale nel Cilento, in un’area adiacente ai templi di Nettuno e di Atena.

Maco Festival, le date e gli ospiti

Dopo il successo delle precedenti edizioni, che hanno visto la partecipazione di Afterhours, Brunori SAS, Caparezza, Daniele Silvestri, Diodato, Fabri Fibra, Max Gazzè, Verdena e tanti altri, la rassegna musicale, tra gli eventi più longevi e apprezzati in Italia, torna in una veste totalmente rinnovata ospitando sul suo palco artisti del calibro di Ernia (09 agosto), Luché (13 agosto), Geolier (17 agosto), Fast Animals and Slow Kids (20 agosto), Subsonica (21 agosto) e La Rappresentante di Lista (22 agosto).

Sempre nel mese di agosto la Clouds Arena ospiterà anche i live di La Maschera (6 agosto), Massimo Ranieri (14 agosto) e Fiorella Mannoia (19 agosto) e nel mese di settembre Frah Quintale (10 settembre).

Maco Festival, il progetto

Per l’edizione 2021, Maco Festival cambia veste. La Clouds Arena si estende su un’area di 7.000 metri quadrati su cui sono state allestite 3 tribune numerate per una platea di massimo 1.000 persone (cifra comunque adattabile al numero massimo che sarà consentito dalle normative vigenti a livello locale e nazionale).

Il distanziamento sarà assicurato attraverso ingressi scaglionati, percorsi pedonali di accesso ai palchetti e per raggiungere i servizi igienici, acquisto e delivery del merchandising e del food&beverage tramite app. L’arena è stata organizzata con l’intento di creare uno spazio adattabile alla presente situazione di emergenza sanitaria e, al contempo, capace di offrire un’esperienza immersiva ai fruitori dello spettacolo dal vivo, garantendo condizioni di massima sicurezza.

Gli organizzatori dell’evento hanno dichiarato: “Siamo davvero felici di poter finalmente ripartire. Come tutti sappiamo, è stato un anno e mezzo difficile, che ha colpito duramente il mondo dello spettacolo e dei live. Ringraziamo di cuore l’Amministrazione Comunale e il Sindaco per averci concesso una location di rilevanza nazionale e internazionale, che dà un valore aggiunto a questa edizione 2021 di Maco Festival”.

Quindi hanno aggiunto: “Ci possiamo ritenere più che soddisfatti per aver dato vita a un cartellone con artisti di questo calibro, che faranno emozionare sia il pubblico più giovane sia quello più adulto. Speriamo che questo sia solo l’inizio di un grande percorso di ripartenza e condivisione. Proprio per questo, vogliamo garantire al nostro pubblico una rassegna musicale in totale sicurezza, per godere degli spettacoli al 100%”.

Maco Festival

Maco Festival, le dichiarazioni dell’amministrazione comunale

Franco Alfieri, sindaco di Capaccio Paestum, si è detto soddisfatto per la possibilità di ospitare un evento che sarà sinonimo di ripartenza per un settore duramente colpito dalla pandemia. Infatti, ha commentato: “Tornano i grandi eventi nell’area archeologica di Paestum. Dopo il periodo difficile che abbiamo attraversato e che non ci siamo ancora del tutto lasciati alle spalle, riuscire non solo a mettere in piedi una manifestazione artistica, ma a proporre un cartellone così prestigioso e ricco è sicuramente un importante segnale di ripartenza. A crederci per prima è stata la nostra amministrazione mettendo a disposizione l’area di Villa Salati, ottenuta dall’ente in comodato d’uso gratuito. Ma un plauso va agli organizzatori per il coraggio dimostrato.

Poi ha fatto sapere: “Si è creata una sinergia virtuosa grazie alla quale la Città di Capaccio Paestum sarà in grado di distinguersi nel panorama nazionale per la qualità del Festival, oltre che per la location esclusiva, e riuscirà a rendere ancora più accogliente il soggiorno di quanti la raggiungeranno come meta estiva”.

Antonio Scariati, Consigliere con delega al Turismo, ha aggiunto: “A Capaccio Paestum sarà possibile assistere alle performance di grandi artisti che si esibiranno in una location suggestiva. È un modo per arricchire l’offerta turistica della Città dei templi, un’occasione in più che il Comune vuole offrire alle persone che hanno scelto e sceglieranno Paestum e il Cilento per le loro vacanze”.

Il Consigliere Giovanni Cirone ha concluso sottolineando che “l’arena dell’area archeologica di Paestum rappresenta uno dei contenitori di eventi più noti a livello nazionale e più ambita dagli stessi artisti” e “quest’anno è particolarmente attento ai giovani.

Contents.media
Ultima ora