Lazio-Udinese, cori razzisti contro Bakayoko| Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Lazio-Udinese, cori razzisti dalla Curva Nord verso Bakayoko
Sport

Lazio-Udinese, cori razzisti dalla Curva Nord verso Bakayoko

Sale anche la tensione verso la semifinale di ritorno della Coppa Italia.

Ancora razzismo negli stadi italiani. Questa volta la vittima è Tiémoué Bakayoko, centrocampista francese del Milan. I colpevoli di tale oscenità sono, invece, alcuni tifosi ed ultras laziali presenti nella Curva Nord dello Stadio Olimpico di Roma in occasione della partita tra Lazio e Udinese. Dopo i fatti di Cagliari, in cui ad essere insultati furono Matuidi e Kean, nel giro di poche settimane arriva un altro caso di razzismo.

Durante la partita tra Lazio e Udinese, valevole per il recupero della 25° giornata di Serie A, alcuni tifosi, se così vogliamo chiamarli, hanno cantato un coro vergognoso nei confronti dell’ex giocatore del Chelsea. Gli ultras laziali hanno storpiato il coro dei tifosi rossoneri “Bakayoko, Bakayoko, lotta per la curva e per il Diavolo”, trasformandolo in “Poporopo, poporopo, questa banana è per Bakayoko”.

Milan-Lazio, partita a rischio

Dopo la partita di campionato decisa dal gol su rigore di Kessie, Lazio e Milan si dovranno sfidare nuovamente nella sfida valevole per la semifinale di ritorno della Coppa Italia.

Il match di campionato sarà ricordato come una delle partite più discusse di queste Serie A: infatti, numerosissime sono state le proteste dei dirigenti laziali nei confronti del direttore di gara. Inoltre, a tutto questo si sono aggiunte la rissa tra i giocatori al termine della partita e la questione Acerbi-Kessie-Bakayoko.

La partita di Coppa Italia sarà, quindi, una sfida da altissimo coefficiente di nervosismo: la tensione cresce anche tra i tifosi delle due squadre.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Fabio Rossi
Fabio Rossi 436 Articoli
Fabio Rossi, varesotto classe 95. Cresciuto con un pallone sottobraccio, un grande amore per lo sport a cui affianca una passione per cinema e musica.