×

Juve, non arrivano le scuse di Cristiano Ronaldo: patto con i senatori

Le scuse per quanto accaduto col Milan non sono arrivate ma lo spogliatoio è compatto per raggiungere gli obiettivi stagionali.

E’ stato uno degli episodi più discussi negli ultimi giorni in casa Juve, perché il comportamento irrispettoso tenuto da Cristiano Ronaldo durante il match interno con il Milan non è piaciuto. Ronaldo è un patrimonio tecnico e finanziario, ma la Juventus è uno dei club più importanti in Italia e nel mondo, sempre e comunque più importante dei singoli.

Cristiano Ronaldo si riprende la Juve

In queste due settimane di sosta per le Nazionali impegnati nelle qualificazioni per gli Europei 2020, si era vociferato che al suo rientro Cristiano avrebbe chiesto scusa pubblicamente per il grave errore commesso. Nulla di tutto questo, così come nessuna sanzione è arrivata dalla dirigenza bianconera per condannare il gesto del fuoriclasse portoghese. Nella giornata di mercoledì 20 novembre, al centro sportivo della Juventus, CR7 ha svolto lavoro differenziato per i suoi problemi al ginocchio: ciò che ha stupito maggiormente, è stato il forte abbraccio con Bonucci e Buffon, assoluti senatori nello spogliatoio.

Tra i giocatori sembra esserci il giusto feeling per andare avanti in stagione, per conseguire gli obiettivi prefissati dalla società e mettere da parte ogni (eventuale) rancore.

Ora c’è l’Atalanta…

A differenza degli ultimi anni, in cui la Juve dominava incontrastata in Italia, in questa stagione c’è l’Inter di Antonio Conte. Le dieci vittorie conquistate dai nerazzurri in queste prime dodici giornate testimoniano quanto importante sia il lavoro del tecnico salentino: al momento la Juventus è avanti di un solo punto. Sabato 23 novembre la squadra di Sarri sarà impegnata a Bergamo, contro l’affascinante Atalanta di Gasperini. Duro ostacolo da superare per mantenere la vetta dell classifica.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche