Champions League, Juve-Barça 3-0: Dybala e Chiellini travolgono. Blaugrana muti

Calcio

Champions League, Juve-Barça 3-0: Dybala e Chiellini travolgono. Blaugrana muti

Champions League, Juve-Barça 3-0: Dybala e Chiellini travolgono. Blaugrana muti
Champions League, Juve-Barça 3-0: Dybala e Chiellini travolgono. Blaugrana muti

Dybala firma una doppietta nel primo tempo, poi Chiellini sigilla nella ripresa. Tra i catalani, si salva Messi. I bianconeri hanno un già piede in finale.

La Juventus si è esibita nella partita perfetta e ha rifila un impietoso 3-0 al Barcellona di Luis Enrique. Matador indiscusso della serata è stato Paulo Dybala autore di una mirabolante doppietta con due tiri di lodevole fattura. Il terzo gol di Chiellini, infine, avvicina i bianconeri verso la semifinale di Champions League. Certo, per il match di ritorno al Camp Nou non bisognerà ovviamente sottovalutare una squadra capace di tutto. Si è visto cosa è successo col PSG. Previsioni e scaramanzie a parte, è indiscutibile che, ancora una volta, Massimiliano Allegri abbia confezionato coi fiocchi la squadra. I bianconeri, infatti, han subito ben poco gli attacchi dei blaugrana. Catalani che sono sembrati apatici e sfilacciati. Morale: hanno perso meritatamente. E i quotidiani spagnoli si scatenano contro di loro, nuovamente umiliati dopo il flop di Parigi. Da Marca al Mundo Deportivo, si alza il coro: “Un’altra Parigi!”.

Ecco le pagelle di Juventus-Barcellona 3-0.

Juventus

BUFFON: 7,5 – Grande parata su Iniesta nel primo tempo e un altro tocco di classe nella ripresa.

San Gigi strepitoso.

DANI ALVES: 6,5 – Parte distratto ma compensa battagliando e percorrendo migliaia di chilometri.

BONUCCI: 6,5 – Ci mette un po’ a carburare, ma poi diventa un muro. Chiude tutto e tutti.

CHIELLINI: 7,5 – Un po’ troppo dura l’entrata su Messi ma poi non sbaglia più. Intercetta un colpo di testa di Suarez, neutralizzandolo. Un vero gladiatore.

ALEX SANDRO 6,5 – Tra brillanti recuperi e agili dribbling, si rivela inacciuffabile a senza sosta.

PJANIC: 6,5 – Calci pennellati e qualità di alta fattura. Un artista senza soluzione di continuità (dall’89’, BARZAGLI: s.v.).

KHEDIRA: 6,5 – Autorevole e utile anche davanti. La sua è una stagione con i fiocchi e lui si dimostra, anche stasera, un giocatore con la “G” maiuscola.

CUADRADO: 6,5 – Appoggia Dybala per il primo gol d’apertura e serve Higuain in profondità. Tutto d’un pezzo e puntuale. A chiamata, risponde subito “presente” (dal 73, LEMINA: 6 – Utile nel mantenere il vantaggio nel finale).

DYBALA: 9 – Il Leonardo Da Vinci della serata.

Si volta e la infila dritta nell’angolino. Un gol capolavoro che apre la festa. Un uomo che non tradisce mai. Sorprende Ter Stegen con la sua indomabile maestria. E’ un orgasmo per i tifosi bianconeri. L’argentino che brilla nella notte di Torino non è Messi (dall’81’, RINCON: s.v.).

MANDZUKIC: 7 – Pressa senza tregua e, dalla sinistra, serve l’assist per Dybala. A chiudere il cerchio della sua incredibile prestazione, il suo lavoro a tutto campo, marchio di fabbrica.

HIGUAIN: 6 – Qualche errorino e una chance sprecata in avvio. Pecca di precisione. Probabilmente ha esaurito le scorte dopo il match contro il Napoli.

All. Massimiliano ALLEGRI: 8 – Partita indiscutibile. Barcellona tramortito. La Juventus non è il PSG.

Barcellona

TER STEGEN: 5 – Si tuffa in ritardo sulla doppietta di Dybala ed è incerto anche su Higuain. Porte aperte.

MATHIEU: 4 – Imbambolato davanti a Cuadrado già dopo pochi minuti. Come si suol dire: il buongiorno si vede dal mattino.

Fuori posizione, fuori fase, fuori tutto. Non marca e lascia troppo spazio agli attaccanti. Luis Enrique lo toglie dall’imbarazzo. Inopportuno (dal 46’, GOMES: 5,5 – Quando entra, la situazione ha tutta l’aria di essere ormai compromessa. Fa ammonire Khedira, ma è una vittoria di Pirro).

PIQUE’: 5 – Balla come tutti gli altri blaugrana. Lento, cervellotico, si impappina e rischia con dei retropassaggi rivedibili.

UMTITI: 5 – Statua di cera. Non cerca neanche di rimediare. Miseramente arrendevole.

SERGI ROBERTO: 5 – Deambula per il campo senza dare un senso al gioco. No. Non ci siamo proprio.

RAKITIC: 5 – E’ lo stesso Rakitic che ha giocato a Berlino?

MASCHERANO: 4,5 – Lento al centrocampo e disattento in difesa. Dorme profondamente.

INIESTA: 5,5 – Tenta diverse volte la conclusione, ma la mira è pessima. Illusionista farlocco.

MESSI: 6 – Si inventa una palla geniale per Iniesta e serve anche Suarez in profondità. Peccato che ai suoi richiami, gli altri siano sordi.

Un giocatore abbandonato a se stesso.

SUAREZ: 5,5 – Chiellini gli sporca un suo colpo di testa. Rasenta il 3-1, ma non è proprio serata. Spara a salve.

NEYMAR: 5 – Non convince. Attende acuti che non arriveranno mai.

All. Luis ENRIQUE: 4,5 – Fallimentare. La difesa è un colabrodo e il centrocampo è il ricordo di un tempo che fu. Il miracolo del PSG non può capitare ogni volta. Barcellona? Una squadra assolutamente nella norma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...