Uomo vive con tumore da 60 kg per 15 anni. La storia

Curiosità

Uomo vive con tumore da 60 kg per 15 anni. La storia

tumore

Un uomo ha dovuto vivere per 15 anni con un tumore. Purtroppo i medici l'avevano scambiato per semplice grasso, ma la moglie non si è arresa.

La storia di un uomo di Gulfport, in Mississipi, Stati Uniti.

Il suo nome è Roger Logan e “Sei grasso!” è la frase che si è sentito dire più spesso nel corso della sua vita. Non solo da conoscenti e parenti, ma anche dagli stessi medici da cui andava a fare delle visite di routine.

Nonostante questo non si era mai messo a dieta e non aveva mai iniziato a fare attività fisica. Il grasso che già aveva sull’addome aveva cominciato piano piano a cadergli prima sui fianchi e poi sulle gambe, fino a cadere per terra.

Roger era arrivato al punto di paragonare lo sforzo di portarsi dietro il suo corpo a quello di tenere costantemente addosso tre sacchi di cemento.

11924741_10207374099656593_8438795991260771303_n

A causa del suo peso, questo uomo di cinquantasette anni, aveva dovuto trascorrere gli ultimi quattro anni della sua vita su un’enorme poltrona. Non poteva stare neanche sdraiato altrimenti il peso del grasso avrebbe schiacciato le gambe e non avrebbe permesso al sangue di circolare nel modo giusto.

Inoltre non aveva la possibilità di girarsi da un lato all’altro comodamente. Non aveva più potuto occuparsi del suo negozio di antiquariato o anche solo condurre una vita normale.

Ogni medico aveva continuato a ripetergli che era l’obesità il suo unico problema. Roger aveva sempre dovuto accontentarsi di questa diagnosi in quanto il suo addome era troppo grande per essere sottoposto a delle radiografie o TAC.

CvJmgfUUMAEBORb

Inoltre, nessun chirurgo voleva prendersi il rischio di operarlo, dato che la possibilità di riuscita era molto bassa.

Uomo convive con un tumore da 60 kg

Roger, di fronte alla mancanza di speranze per una guarigione, era caduto in una profonda depressione. Aveva smesso di mangiare e di bere fino a finire in ospedale per disidratazione molto grave: aveva compromesso anche i reni.

Dopo questo episodio la moglie Kitty si è decisa ancora di più a non mollare. Anzi, si era messa a cercare ed era riuscita a trovare un medico, in California, che si occupava proprio di casi simili e si diceva pronto ad operare Roger.

La coppia, come si vede nella foto, si era procurata un furgone che potesse contenere la grande poltrona di Roger e si era diretta in California.

Il viaggio era durato quaranta ore.

Durante l’intervento il vero problema era venuto fuori: non si trattava di semplice grasso.

16298921_10211683851877705_2903625740466431350_n

L’uomo, in realtà, si portava dietro un tumore di 60 kg. Tutto era iniziato quindici anni prima a causa di un singolo pelo incarnito. Il follicolo si era infettato e vi era cresciuto un tumore che si era espanso.

Quando il medico aveva annunciato di aver concluso l’operazione con successo, Roger aveva sintetizzato il momento con una sola frase: “Sono ancora qui, idioti!”

16407001_10211708681338426_2568040313377146311_n

La riabilitazione dopo l’operazione

All’uomo sono state necessarie due settimane di convalescenza in ospedale, con delle terapie di riabilitazione. Per Roger non è stato facile tornare a muoversi, tanto che ha commentato in questo modo: “L’ultima volta che mi sono sentito così stanco è stato quando mi è venuta addosso una corriera!”

La più grande fortuna di Roger è stata quella di avere scelto una moglie così forte e coraggiosa. Kitty non si è data per vinta e ha cercato in tutti i modi di aiutare il marito a risolvere il problema.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche