Cinque modi per avere le fossette di Venere
Cinque modi per avere le fossette di Venere
Lifestyle

Cinque modi per avere le fossette di Venere

fossette di Venere

Le "Fossette di Venere" non sono soltanto un'importante arma di seduzione, ma anche segno di un'ottima salute.

Le fossette di Venere o anche “buchi di Venere” sono una caratteristica genetica di alcune donne. Si tratta di due piccoli incavi simmetrici posti sul fondo schiena, poco al di sopra dei glutei. In alcune donne sono presenti sin dalla nascita e si evidenziano già nei primi anni di vita. Questa caratteristica anatomica dipende dalla mancanza di un muscolo nella zona lombare, così che la pelle fa presa nel tessuto connettivo presente nella parte inferiore, creando, di conseguenza, queste due fossette. Ma da dove deriva il nome “Fossette di Venere”? Sicuramente dalla dea greca dell’amore e della bellezza. Secondo la mitologia greca, infatti, Venere era sì bellissima e avvenente, ma aveva anche qualche difetto un po’ particolare, il che non ne sminuiva comunque il fascino.

Difetti di Venere

Alcuni dei difetti della dea come le due fossette nella fascia lombare, il dito medio della mano più lungo del palmo, lo strabismo, i capelli biondi con un colore diverso all’attaccatura, le linee addominali oblique, il piede alla greca e le rughe intorno al collo, erano tutte peculiarità che ne aumentavano il fascino e la bellezza.

Le fossette di Venere sono infatti un’arma di seduzione nei confronti degli uomini. Esse indicano anche un corpo sano, poiché sono il segnale di una buona circolazione. Le fossette di Venere sono quindi una caratteristica anatomica contemplata nel nostro DNA. Si possono quindi possedere difficilmente Quindi, se la loro formazione non è contemplata in quest’ultimo, si possono possedere difficilmente. Ci sono però degli esercizi che le possono migliorare e rendere più visibili.

I 5 modi per avere le fossette di Venere

Ecco alcuni esercizi che si possono fare per accentuare le fossette di Venere:

  • SUPERMAN: questo è l’esercizio più indicato per formare le fossette di Venere. Bisogna sdraiarsi a pancia in giù con le braccia distese davanti. Da questa posizione bisogna alzare petto, braccia e gambe, mantenendo la posizione per circa 30 secondi e ripetendo l’esercizio 2-3 volte.
  • PONTE: piegate le ginocchia stando appoggiate con i piedi sul pavimento. Inarcate la schiena e appoggiatevi con le mani sul pavimento. Fate questo esercizio per 5 secondi, ripetendolo circa 20 volte.
  • SOLLEVAMENTO GAMBA E BRACCIO OPPOSTI: sdraiatevi sul pavimento, appoggiando le braccia e le ginocchia; sollevate la gamba, alternando il movimento con il braccio opposto. Ripetete l’esercizio circa 20 volte.
  • MANGIARE CIBI SANI: bevete molta acqua nell’arco della giornata e mangiate prevalentemente cibi sani come frutta e verdura.
  • DIMAGRIRE: fate un’alimentazione sana ed equilibrata che vi aiuterà a ridurre l’apporto di calorie e ad avere fisico più snello.

Curiosità

Non bisogna fare confusione tra fossette o buchi di Venere e gli occhi di Venere, che sono invece le fossette che si formano sulle guance quando sorridiamo. Sono entrambe delle caratteristiche congenite, che non dipendono dal fatto che una donna sia più rotonda o più magra, ma solo ed esclusivamente dalla conformazione fisica presente nel DNA di ogni donna dalla nascita. Questa grande arma di seduzione può essere presente anche negli uomini e anche le donne non disdegnano affatto.

Le fossette di Venere non sono quindi una caratteristica comune. Ce le hanno solo le persone con una predisposizione genetica: ecco perché bisogna valorizzarle. Oltre alla bellezza estetica, esse denotano anche una salute di ferro per chi le possiede. Studi scientifici hanno infatti dimostrato che sono segno di un’ottima salute e di una buona circolazione del sangue.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Y Not? Borsa Donna a Tracolla Y NOT J-331 Champs Elysees
51.6 €
86 € -40 %
Compra ora